Google+

Ogm. Forestali distruggono campo di Fidenato: «La legge regionale è illegittima»

luglio 10, 2014 Redazione

Il corpo forestale è intervenuto per far applicare la direttiva regionale. Soddisfatta la Coldiretti, ma l’agricoltore non molla: «Non si può vietare questa coltivazione»

Food and Farm Rogue FarmerIeri mattina a Mereto di Tomba (Udine) i forestali del Friuli-Venezia Giulia, in applicazione del decreto regionale, hanno distrutto cento metri quadrati di mais ogm seminato da Giorgio Fidenato. Fidenato (qui l’intervista a Tempi), aiutato da alcuni sostenitori, ha però impedito che venissero eliminate anche le piante che producono pannocchie ogm di un altro suo campo.
Raccontano le cronache che l’agricoltore, salito a bordo di un trattore, ha ribadito la sua posizione: «La legge regionale non è conforme alle direttive europee, pertanto è illegittima. Non vorrei che la Procura sprecasse altro tempo e soldi pubblici per fare un lavoro inutile. Non si può vietare questa coltivazione. Anziché reprimere questa sperimentazione unica a livello europeo, vengano a toccare con mano i risultati da cui emerge che non c’è nessun rischio».
Di parere opposto la Coldiretti che, per bocca del presidente Roberto Moncalvo, si è detta soddisfatta dell’intervento del Corpo forestale: «Le leggi vanno fatte rispettare, anche in considerazione del fatto che 8 italiani su dieci si oppongono al biotech. Per l’Italia gli organismi geneticamente modificati in agricoltura non pongono solo seri problemi di sicurezza ambientale e alimentare, ma soprattutto perseguono un modello di sviluppo che è il grande alleato dell’omologazione e il grande nemico del made in Italy».

BLITZ DEI NO OGM. Come vi abbiamo già raccontato, Fidenato ha fatto della coltivazione ogm una vera e propria battaglia. Non solo nei confronti delle istituzioni, ma anche contro gli attivisti ambientalisti che – l’ultimo episodio è storia di due settimane fa – entrano abusivamente sulle sue proprietà per rovinargli il raccolto. «Sono convinti di avere la verità in mano – ci ha raccontato in occasione del blitz -, mentre noi saremmo quelli che stanno distruggendo la natura. Ma sono fondamentalisti, e con i fondamentalisti è difficile discutere: i paesi arabi hanno i jihadisti, noi abbiamo questi».
Nel marzo di quest’anno, una di queste incursioni rischiò di avere conseguenze assai gravi: «Hanno lanciato un lacrimogeno nell’abitazione di Silvano Dalla Libera, a pochi passi da un bimbo piccolo, lordando tutto il muro dell’abitazione. Queste “camicie nere” sono “armate” dalla Giunta e dal Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia, che continua a emanare leggi in contrasto col diritto europeo».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. angelo scrive:

    Ma i forestali non dovrebbero occuparsi di boschi e foreste? Anche ammesso che le pannocchie di Fidenato fossero abusive, ce ne sono tante di cose abusive! (discariche, incendi di sterpaglie, recinzioni e capanni abusivi, puttane, motociclisti fracassoni, graffitari, ecc. ecc.).
    Ma la demenza del “politicamente corretto” fa perdere il buon senso e il senso della misura.
    Come la storia dei “diritti gay”, che sembrano la cosa più importante del mondo, mentre è solo una stronzata.

    Quanfo alla Coldiretti, dovrebbe essere chiaro che razza di gente siano questi !
    Pensate che a Milano volevano fare un mercatino in collaborazione con un centro sociale okkupato (in via Arbe).

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana