Google+

Ogm. Forestali distruggono campo di Fidenato: «La legge regionale è illegittima»

luglio 10, 2014 Redazione

Il corpo forestale è intervenuto per far applicare la direttiva regionale. Soddisfatta la Coldiretti, ma l’agricoltore non molla: «Non si può vietare questa coltivazione»

Food and Farm Rogue FarmerIeri mattina a Mereto di Tomba (Udine) i forestali del Friuli-Venezia Giulia, in applicazione del decreto regionale, hanno distrutto cento metri quadrati di mais ogm seminato da Giorgio Fidenato. Fidenato (qui l’intervista a Tempi), aiutato da alcuni sostenitori, ha però impedito che venissero eliminate anche le piante che producono pannocchie ogm di un altro suo campo.
Raccontano le cronache che l’agricoltore, salito a bordo di un trattore, ha ribadito la sua posizione: «La legge regionale non è conforme alle direttive europee, pertanto è illegittima. Non vorrei che la Procura sprecasse altro tempo e soldi pubblici per fare un lavoro inutile. Non si può vietare questa coltivazione. Anziché reprimere questa sperimentazione unica a livello europeo, vengano a toccare con mano i risultati da cui emerge che non c’è nessun rischio».
Di parere opposto la Coldiretti che, per bocca del presidente Roberto Moncalvo, si è detta soddisfatta dell’intervento del Corpo forestale: «Le leggi vanno fatte rispettare, anche in considerazione del fatto che 8 italiani su dieci si oppongono al biotech. Per l’Italia gli organismi geneticamente modificati in agricoltura non pongono solo seri problemi di sicurezza ambientale e alimentare, ma soprattutto perseguono un modello di sviluppo che è il grande alleato dell’omologazione e il grande nemico del made in Italy».

BLITZ DEI NO OGM. Come vi abbiamo già raccontato, Fidenato ha fatto della coltivazione ogm una vera e propria battaglia. Non solo nei confronti delle istituzioni, ma anche contro gli attivisti ambientalisti che – l’ultimo episodio è storia di due settimane fa – entrano abusivamente sulle sue proprietà per rovinargli il raccolto. «Sono convinti di avere la verità in mano – ci ha raccontato in occasione del blitz -, mentre noi saremmo quelli che stanno distruggendo la natura. Ma sono fondamentalisti, e con i fondamentalisti è difficile discutere: i paesi arabi hanno i jihadisti, noi abbiamo questi».
Nel marzo di quest’anno, una di queste incursioni rischiò di avere conseguenze assai gravi: «Hanno lanciato un lacrimogeno nell’abitazione di Silvano Dalla Libera, a pochi passi da un bimbo piccolo, lordando tutto il muro dell’abitazione. Queste “camicie nere” sono “armate” dalla Giunta e dal Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia, che continua a emanare leggi in contrasto col diritto europeo».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. angelo says:

    Ma i forestali non dovrebbero occuparsi di boschi e foreste? Anche ammesso che le pannocchie di Fidenato fossero abusive, ce ne sono tante di cose abusive! (discariche, incendi di sterpaglie, recinzioni e capanni abusivi, puttane, motociclisti fracassoni, graffitari, ecc. ecc.).
    Ma la demenza del “politicamente corretto” fa perdere il buon senso e il senso della misura.
    Come la storia dei “diritti gay”, che sembrano la cosa più importante del mondo, mentre è solo una stronzata.

    Quanfo alla Coldiretti, dovrebbe essere chiaro che razza di gente siano questi !
    Pensate che a Milano volevano fare un mercatino in collaborazione con un centro sociale okkupato (in via Arbe).

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.

Arriva una serie speciale frutto della collaborazione con la rivista femminile Elle. Materiali e colori inediti si accompagnano a un rinforzo di tecnologia a bordo. Prezzi a partire da 13.250 euro

L'articolo Citroën C1 Elle Special Edition proviene da RED Live.