Google+

Oggi la Chiesa ricorda Santa Barbara, la martire che scelse l’amore di Dio

dicembre 4, 2012 Paola D'Antuono

Il 4 dicembre del 306 la santa venne decapitata per mano del padre, che aveva scoperto la sua fede cristiana. Oggi i fedeli si rivolgono a lei per cercare protezione dai fulmini e dalle morti violente.

Oggi è il giorno in cui la Chiesa festeggia Santa Barbara, che proprio il 4 dicembre venne decapitata dalla mano del padre Dioscuro, che da anni la teneva rinchiusa in una torre. Perché Barbara, nata presumibilmente nel III secolo dopo Cristo in Aisa Minore, era bellissima e il padre desiderava tenerla lontana dai pretendenti. Sola nella torre, che disponeva di terme private, Barbara fece costruire una terza finestra, che richiamasse la Trinità, e nel grande bagno a sua disposizione si fece battezzare. Il padre era pagano, ma la madre aveva abbracciato segretamente la religione cristiana da tempo e Barbara sentì presto nel suo cuore la presenza di Gesù e decise di consacrare la sua vita per il Signore.

LA STORIA. Quando il padre Dioscuro scoprì la fede della figlia la denunciò al magistrato romano e, dopo averla sottoposta a una serie di pubbliche umiliazioni e feroci torture durate due giorni, la decapitò come la sentenza ordinava. La leggenda racconta che le verghe con cui doveva essere flagellata si trasformarono in piume di pavone. Ma Barbara non riuscì a sfuggire alla furia omicida dei pagani, che la torturano col fuoco prima di tagliarle la testa. Era il 4 dicembre del 306 e, secondo la tradizione popolare, un attimo dopo la sua morte il padre Dioscuro morì colpito da un fulmine, la punizione che Dio gli inflisse per aver ucciso la bellissima figlia, morta assieme all’amata amica Giuliana, anche lei convertita alla fede cristiana.

L’OMAGGIO. Santa Barbara martire è venerata e amata da tutta la Chiesa e a lei ci si rivolge con la preghiera “Santa Barbara Benedetta, liberaci dal tuono e dalla saetta”, perché la santa è riconosciuta come protettrice contro i fulmini e le morti improvvise e violente, nonché come protettrice dei vigili del fuoco, degli artiglieri e dei minatori. La sua testimonianza di fede è talmente grande che la tv ha deciso di ricordarla con una fiction che ricostruisce la sua vita. Andrà infatti in onda oggi su Rai Uno Santa Barbara, con l’attrice Vanessa Hessler nel ruolo della martire.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

L’abito non fa il monaco. Mai affermazione fu più vera, specie nel caso della concept Infiniti Prototype 9, presentata in occasione del Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, e forte di una linea ispirata alle monoposto degli Anni ’30 e ’40. L’aspetto, come accennato, non deve però trarre in inganno: il “cuore” è decisamente […]

L'articolo Infiniti Prototype 9: sotto mentite spoglie proviene da RED Live.

Il Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, rappresenta da sempre un evento speciale per la BMW. La Casa di Monaco è infatti solita stupire presentando delle concept che anticipano modelli pressoché pronti a entrare in produzione. Quest’anno tocca a una delle roadster più affascinanti mai realizzate, oltre che una delle vetture più “anziane” della […]

L'articolo BMW Z4 Concept: una linea da urlo proviene da RED Live.

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana