Google+

Ocse. Il problema dell’Italia è la competitività. Necessario tagliare le tasse e favorire la crescita

settembre 24, 2012 Redazione

La scarsa competitività dell’Italia, secondo l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo, è dovuta al costo del lavoro e alla bassa crescita. Per rimediare è necessario tagliare le tasse e adeguare i salari alla produttività.

Secondo l’Ocse il primo problema della bassa crescita dell’Italia è  la mancanza di competitività. Per migliorare la situazione, ha affermato nell’incontro di oggi con il governo italiano il segretario dell’Ocse, Angel Gurria, «è necessario agire su tre fronti»: aumentare la produttività, adeguare i salari alla crescita di produttività e ridurre la pressione fiscale sui redditi da lavoro. Inoltre, secondo l’Ocse, è necessaria una rigorosa attuazione delle riforme in materia di mercato del lavoro, di innovazione, istruzione ed efficienza del settore pubblico, e che tale rigore si attui non solo a livello nazionale ma anche a quello locale.

BASSA PRODUTTIVITÀ DEL LAVORO. Nel documento Ocse sull’Italia preparato per l’incontro odierno fra il presidente del Consiglio Mario Monti e Gurria, emerge che la produttività del lavoro italiana è la più bassa di tutti gli stati Ocse e che il costo unitario del lavoro è inferiore soltanto a quello della Grecia.

CIRCOLO VIZIOSO. Secondo le analisi, la bassa crescita della produttività in Italia ha comportato l’aumento dei costi unitari del lavoro, che a loro volta hanno danneggiato la competitività e alimentato il disavanzo delle partite correnti, influendo negativamente sul tasso di crescita del Pil.

RIMEDI. Per porre un freno a questa situazione, la prima fra le misure che l’Ocse raccomanda è quella di allineare gli stipendi alla produttività attraverso la contrattazione salariale decentrata. L’Ocse raccomanda all’Italia, da una parte, di ampliare le basi imponibili e ridurre le agevolazioni fiscali, dall’altra, di tagliare le aliquote fiscali dando priorità alla riduzione del cuneo fiscale sul lavoro. Inoltre, secondo l’istituto di Parigi, è necessario «integrare il processo di spending review nei normali sistemi di controllo del bilancio e della spesa e rendere operative le norme costituzionali sul pareggio di bilancio».

ALTRE MISURE RACCOMANDATE. Aumentare le privatizzazioni, rafforzare la concorrenza, ridurre le norme, diminuire gli oneri a carico della pubblica amministrazione.

TAGLIARE SPESA PUBBLICA. La necessità di compiere rapidi progressi per ridurre il deficit «ha fatto sì che l’aumento delle imposte sia stato finora lo strumento principale di adeguamento fiscale». Tuttavia «la pressione fiscale aggregata in Italia è la quarta più alta tra i paesi Ocse» e «la spesa pubblica, non destinata al pagamento di interessi, in percentuale di Pil è al di sopra della media Ocse, e l’Italia è al settimo posto nella classifica per quanto riguarda la spesa sociale». «È quindi importante nell’adeguamento fiscale dare priorità ai tagli di spesa», conclude l’Ocse.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.