Google+

L’Occidente moribondo e la necessità di difendere la libertà (cioè gli uomini liberi)

giugno 24, 2016 Emanuele Boffi

Perché “morale” e “identità” non rimangano definizioni da vocabolario vanno aiutati quei luoghi dove esse sono insegnate ed educate

Articolo tratto dal numero di Tempi in edicola (vai alla pagina degli abbonamenti) – Occorrerà tornare a rileggerselo più volte il discorso che il rabbino e filosofo inglese Jonathan Sacks ha pronunciato al Templeton Prize. Secondo il pensatore che dialogò anche con Benedetto XVI oggi la «caduta della natalità potrebbe significare la fine dell’Occidente». Un discorso lungo e ricco di spunti sull’indolenza morale ormai congenita in quella parte di mondo che, dopo aver garantito per secoli prosperità e progresso, oggi pare ripiegata su di sé, immemore della sua grandezza e sempre più propensa a pensare che basti premere «un tasto su Facebook o Google per poter rovesciare i tiranni».

Non sono cose nuove e non sono “cose cattoliche”. Da anni, raffinate intelligenze ci mettono in guardia da questa apatia che pare aver avvolto un Occidente beotamente gaio. Perdita del senso morale, della propria identità, della propria storia sono i sintomi di quell’“odio di sé”, come lo definiva Ratzinger, che oggi fa dell’Occidente il grande malato spirituale del mondo. «A un certo punto, l’Occidente ha abbandonato le sue convinzioni», ha detto Sacks, illudendosi che «la morale non fosse nient’altro che l’espressione di un’emozione».

Ma dire questo, benché indispensabile, ancora non basta: non c’è moribondo che sia guarito grazie a un buon discorso. Perché “morale” e “identità” non siano solo definizioni da vocabolario, occorre difendere quei luoghi in cui queste parole sono vivace esperienza ed esempio controcorrente. Il discorso, ancorché urticante, ce lo lasceranno, più o meno, sempre fare.

Il problema sono le scuole, le comunità, le opere. È lì che l’alternativa alla sonnolenza occidentale si esprime, è vissuta, è insegnata. È lì che la libertà non dorme sui guanciali forniti da un narcotico potere.

Foto Ansa

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

2 Commenti

  1. recarlos79 scrive:

    quando galantino serrerà le fila della cei per chiedere la parità scolastica, invece di ostacolare chi difende la vita, ma non ubbidisce a lui?

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

Si chiama Nolan N90-2 ed è l’apribile entry level di Nolan. Adatto sia all’utilizzo in città sia per un lungo viaggio, costa 269,99 euro

L'articolo Nolan N90-2, apribile entry level proviene da RED Live.

I fiori mai sbocciati dell’automobilismo mondiale No, loro non ce l’hanno fatta. Non sono riuscite ad arrivare in produzione, perse nei meandri delle logiche commerciali, del marketing, degli eventi globali o, semplicemente, dell’indecisione dei costruttori. Sono quelle centinaia di concept car – o prototipi che dir si voglia – realizzati in piccolissimi numeri, quando non […]

L'articolo Le auto che non sono mai nate proviene da RED Live.

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana