Google+

Occhi al cielo, la vita in parrocchia diventa una sit-com per il web

maggio 6, 2013 Paola D'Antuono

Il regista Sante Altizio: «Stiamo raccogliendo fondi attraverso la Rete. Vogliamo realizzare una serie ironica. Non saremo politically correct»

C’è chi usa lo strumento del crowdfunding per finanziarsi un viaggio in America per seguire le primarie presidenziali e chi spera di riuscire a produrre una sit-com ambientata in una parrocchia. L’idea di utilizzare il web per raccogliere i fondi necessari alla messa in onda l’ha avuta Nova-T, la casa di produzione torinese dei Frati Cappuccini che ha messo in piedi il progetto Occhi al cielo, per la regia di Sante Altizio: «Dalla nostra nascita, trent’anni fa, ci siamo sempre occupati di documentari, reportage e fiction, fino a che abbiamo deciso di esplorare le possibilità della sit-com». Il regista e coautore ha immaginato la serie come una sorta di Camera Café ambientata in una parrocchia, anche se l’esempio a cui guarda maggiormente è Belli Dentro, la sit-com andata in onda dal 2005 al 2008 che racconta con ironia la vita quotidiana di alcuni detenuti nel carcere maschile e femminile: «Il progetto all’inizio era stato concepito per Tv2000. Avevamo presentato alla rete due puntate zero che gli erano piaciute molto, ma poi la serie non è riuscita a trovare lo spazio adeguato nel loro palinsesto».

WEB. Ma l’idea di Altizio e della coautrice Ilaria Giudici (sceneggiatrice di Don Matteo) merita una seconda possibilità e così la casa di produzione decide di adattare la sit-com al web e produrla attraverso il crowdfunding: «L’intento è produrre venti puntate da tre minuti ciascuna destinate al web. Per farlo chiediamo a chi ci vuole sostenere di versare una quota di 20 euro. Le quote sono 500 in totale ma siamo già a buon punto». Mancano infatti solo 167 quote al raggiungimento dei diecimila euro necessari per finanziare il progetto: «Ma ci tengo a precisare che il pagamento delle quote avverrà solo al raggiungimento effettivo delle 500 quote». Ogni finanziatore riceverà a casa il dvd con la serie tv completa e comparirà nei titoli di coda.

OCCHI AL CIELO. La storia di Occhi al cielo si svolge nell’immaginifica parrocchia di San Giuseppe Lavoratore a Torino. Protagonista è Don Paolo, un giovane parroco quarantenne con un passato da pugile e una vocazione misteriosa. Nella gestione di questa parrocchia di periferia Don Paolo è aiutato da Beppe, sacrestano con una passione viscerale per il Torino e vero esperto di acquisti online per la chiesa e da Carmen, perpetua brasiliana che va matta per la samba. Con loro c’è Palmiro, responsabile del consiglio pastorale, il cui nome è tutto un programma (interpretato da Roberto Accornero, protagonista di Camera Café). «Don Paolo deve far quadrare i conti e al tempo stesso sopravvivere in questa gabbia di matti. Mica facile», racconta Altizio, convinto che la sit-com abbia le carte in regola per far ridere il pubblico: «Non vogliamo presentare agli spettatori un prete che non esiste, come Don Matteo. Vogliamo raccontare la quotidianità di una parrocchia con il sorriso sulle labbra, senza scadere nella noia o nella retorica e senza essere politically correct».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Opel torna nel segmento delle SUV medie. E lo fa sbattendo la porta con tanta forza da far tremare i vetri. La nuova Grandland X, terzo atto della saga X dopo Mokka X e Crossland X, è una vettura concreta, spaziosa, confortevole e ben rifinita. Oltretutto forte di un design piacevole. Caratteristiche che, di per […]

L'articolo Prova Opel Grandland X proviene da RED Live.

L’ingresso di Fiat nel segmento dei Pick-up avviene grazie a una importante e strategica collaborazione con Mitsubishi di cui il Fullback è “figlio legittimo”. Stringendo una intelligente partnership con chi è stato ritenuto il miglior interprete di questa filosofia, Fiat ha infatti potuto entrare sul mercato dalla porta principale con un mezzo che, già in […]

L'articolo Prova Fiat Fullback LX 180 CV, buona la prima proviene da RED Live.

Pirelli ci riprova. Dopo il lancio degli pneumatici da bici P Zero Velo riparte dal ciclismo il progetto Pirelli Design, avviato dall’azienda per valorizzare il suo bacino di conoscenze in fatto di tecnologia. Procede dunque in questa direzione la nuova capsule collection con la collaborazione di Castelli, azienda italiana con più di quarant’anni di storia vissuta […]

L'articolo Pirelli Design e Castelli insieme per una collezione speciale proviene da RED Live.

Le due rappresentanti heritage della Casa di Iwata si tingono di nuovi colori e richiamano ancora di più il passato: sono le Yamaha XSR700 e XSR900 2018

L'articolo Yamaha XSR700 e XSR900 2018 proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. La prova della nuova gamma Softail comincia così, all’insegna di un motto indiscutibilmente americano. Oltre alle suggestioni culturali, però, c’è altro: otto modelli del tutto inediti, progettati ex novo per essere attuali oggi e soprattutto domani. Nel futuro di Harley-Davidson, infatti, ci saranno 100 nuovi modelli in 10 anni. […]

L'articolo Prova Harley-Davidson gamma Softail 2018 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana