Google+

Obama agli Usa: «Accordo subito, Washington non causi crisi economica»

luglio 26, 2011 Redazione

Se repubblicani e democratici non si accordano e innalzano il tetto del debito entro il 2 agosto, gli Usa andranno in default. Il presidente Barack Obama ieri ha parlato in diretta tv alla nazione: «Si rischia una profonda crisi economica causata interamente da Washington». La risposta repubblicana: «Vuole un assegno in bianco e non lo avrà»

Barack Obama ha chiesto agli americani di premere sul Congresso perché sia trovato un accordo sull’aumento del tetto del debito. Con un discorso alla nazione trasmesso in diretta tv, il presidente Usa ha avvertito che senza un compromesso su deficit e debito si «rischia una profonda crisi economica causata interamente da Washington». Un default sarebbe «un risultato avventato e irresponsabile del dibattito», ha osservato Obama che ha ricordato come in passato l’aumento del debito sia stato «di routine», al punto che un presidente repubblicano come Ronald Reagan lo ha firmato 18 volte e George W. Bush sette.

Per ora la risposta dei repubblicani è stata negativa: lo speaker della Camera, John Boehner, ha affermato che «Obama voleva un assegno in bianco sei mesi fa e vuole un assegno in bianco sulle spese anche ora», ma «questo non accadrà». A una settimana dalla scadenza del 2 agosto, si va così verso lo scontro: repubblicani e democratici già domani potrebbero presentare al Congresso i propri piani per metterli al voto, anche se molti ritengono probabile un compromesso in extremis.

Boehner ha presentato il nuovo piano del “Grand Old Party” che propone tagli alle spese discrezionali per 1.200 miliardi in 10 anni a fronte di un innalzamento del tetto non superiore ai mille miliardi. Il presidente Barack Obama chiede però di alzare la soglia di 2.400 miliardi. La complessa partita politica che si sta giocando sul debito federale sta in larga parte qui: un’azione di breve termine costringerebbe il Congresso a ridiscutere la questione in campagna elettorale, quando sarebbe più difficile per i democratici proporre nuove tasse per aumentare le entrate.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.