Google+

Nuovo Centrodestra. Perché un nuovo partito?

dicembre 3, 2013 Maurizio Lupi

Il ministro spiega i motivi che lo hanno spinto a intraprendere una nuova avventura con Angelino Alfano: «Vogliamo aprire entro Natale un gruppo o un comitato in ogni comune italiano»

Pubblichiamo un post apparso sul sito dell’onorevole e ministro Maurizio Lupi.

Sabato 7 dicembre il Nuovo Centrodestra si presenta a Roma. Ecco la lettera che ho inviato a tutti gli amici iscritti alla newsletter.

Anticipo la vostra domanda: perché un nuovo partito?

  1. Il primo motivo è nelle parole responsabilità e bene comune. Perché la mia storia politica di questi vent’anni nel centrodestra con Silvio Berlusconi, il motivo per cui mi sono impegnato in politica prima al Comune di Milano, poi in Parlamento, ora come ministro è il desiderio di servire il mio Paese perseguendo il bene comune mettendo gli interessi del Paese davanti ai pur legittimi interessi di partito.Quindi con responsabilità continuiamo a sostenere questo governo eccezionale perché eccezionale è il momento di crisi che sta attraversando l’Italia da anni. Dobbiamo dare a questo governo la stabilità e il tempo per fare le riforme sulle quali si è impegnato.  Chiediamo solo di essere giudicati sui fatti. Una crisi al buio sarebbe letale per il Paese proprio mentre avvertiamo i primi timidi segnali di ripresa.
  2. Il secondo motivo è che noi non siamo mai stati un partito estremista, un partito che insulta le istituzioni. Non ci appartiene questa immagine elitaria di un gruppo che fa della sola fedeltà al capo il proprio criterio di legittimazione.
    Noi vogliamo essere radicati sul territorio, vogliamo esser un partito, come ha detto Angelino Alfano, con una piccola sede nazionale e tante sedi locali dove il potere è dato a chi partecipa, agli eletti, a chi si impegna, a chi lavora sul territorio incontrando i bisogni della gente.Abbiamo questa ambizione e questo obiettivo: aprire entro Natale un gruppo o un comitato, vedremo come chiamarli, in ogni comune italiano.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

20 Commenti

  1. Antonio scrive:

    la destra allo sbando, purtroppo. Tra frammentazioni, conflitti interni, becere e draconiane persecuzioni ideologiche (vedi caso Ruby)… non si fa altro che frammentare la già disorganizzata base elettorale. Il tutto a favore del tumore sinistro, che come sempre la spunta in un modo o in un altro.

  2. giulia scrive:

    TROPPO MOLLI TROPPO MOLLI!
    E troppo europeisti!
    La gente, credo, se ancora la vuole una destra (?) … vuole una DE-STRA VE-RA! Non una via di mezzo ma patti chiari e amicizia lunga! vuole conoscere chi si ha davanti.
    Non sono certo per le dittature ma almeno sapere di che male devo morire… credo lo si debba a qualunque malato cronico!

  3. francesco taddei scrive:

    anch’io la penso ome giulia. un’alternativa alla sinistra deve essere liberale, lisciare il pelo agli ordini professionali, essere più incisiva nel controllo mdelle frontiere e guardare la svizzera come modello per tenere insieme l’europa. e cacchio una minima difesa degli interessi nazionali, sia economici che culturali.

  4. Alessandro scrive:

    Sono d’accordo con Giulia e Francesco: difesa della Tradizione, amor patrio e interesse della Nazione, programmi chiari ed incisivi, deciso contrasto alle attuali politiche europee ultra-rigoriste filogermaniche. Però lasciamo stare il pelo degli ordini professionali, che andrebbero aboliti (ne hanno già molto sullo stomaco)…
    Spesso vedo che la destra, anzi le *due destre*, contraddicono quanto ci si aspetta da loro.

  5. Mappo scrive:

    Caro Lupi, sinceri auguri per la vostra iniziativa, io per parte mia, da cattolico e da ciellino, continuerò a votare Forza Italia.
    In questa vicenda tutti hanno commesso errori: Berlusconi, quelli che sono rimasti con lui e quelli che sono passati al Nuovo Centro Destra. Personalmente sono molto stanco di assistere a queste vicende e non credo proprio di essere il solo.
    Non provo nessun astio nei vostri confronti e sono convinto della vostra buona fede e della bontà di alcune delle vostre ragioni, ma sono altrettanto convinto che il vostro sia stato un salto nel buio a poche settimane dal redde rationem dell’ 8 dicembre dopo il quale Renzi presenterà il conto a Letta e fra le altre richieste vi sarà molto probabilmente anche un netto ridimensionamento della componente ministeriale del Nuovo Centro Destra. Non mi capacito proprio che persone adulte ed esperte come tutte voi abbiano potuto commettere una tale ingenuità. Quando dovrete scegliere chi fra i vostri cinque ministri dovrà essere “fatto fuori” come vi comporterete? In nome della stabilità accetterete di perdere tre se non quattro dei vostri dicasteri?
    Lo ripeto, il mio non vuole essere un augurio, ma solo una previsione che non mi rallegra per nulla: state incoscientemente andando incontro ad una debacle epica e con voi state trascinando tutto il centrodestra, tanti cattolici come voi impegnati in politica e, sia pure in maniera indiretta, anche CL.
    Eppure l’esito dell’avventura di Futuro e Libertà avrebbe dovuto insegnarvi qualcosa.

    • giovanna scrive:

      ma no, Mappo, CL non può essere trascinata dalla politica, proprio per definizione !
      intendo, non essendo un partito, ma un movimento ecclesiale.
      stai sereno.

      • Mappo scrive:

        Giovanna anch’io lo so benissimo, il problema è che non lo sanno quelli che ne ne fanno parte e che già identificano CL come uno dei responsabili di q

      • Mappo scrive:

        Giovanna , lo so benissimo che Cl non può essere trascinata dalla politica, ma non lo sanno quelli che non ne fanno parte e che già identificano sulla stampa CL come uno dei responsabili di questa avventura politica. Come quando Repubblica e co. mettevano sulla graticola Formigoni.

        • giovanna scrive:

          ma questo, Mappo, è un rischio che bisogna correre: se qualcuno ha la carità e l’intraprendenza di gettarsi nell’agone, di metterci la faccia, non c’è nessuna garanzia previa che sia capace o che ottenga successo. Voglio dire che è vero che ci sono persone che sputano letteralmente su CL col pretesto di politici ( di cui non condividono le scelte di alleanze o simili, mi sembra mai sui contenuti )) che fanno l’esperienza cristiana dentro CL , questo non può essere motivo per tirarsi indietro, semmai di sentirne la responsabilità.
          e se CL sarà affossata, intendo come organizzazione, da scelte politiche che si riveleranno sbagliate, non sarà la prima volta, è capitato, e con fragore, anche agli inizi, con don Giussani.
          la nostra speranza non è in Berlusconi, o chi per lui, questo è chiaro.

    • Alessio 1977 scrive:

      E che c’entra CL con i casini nel centrodestra ? Ci sono ciellini che non votano ne centrodestra ne centrosinistra !

  6. Andrea scrive:

    Mi dispiace molto perché Sig. Lupi la ritenevo una persona affidabile e non legata alla poltrona. Le ricordo che come diceva Piero Calamandrei, quando la politica entra nei tribunali, la giustizia esce dalla finestra. Glielo confermo io che da 25 anni attendo giustizia come i 4.000.000 di padri separati dei quali l´80% o non ha casa, o si riduce a fare il barbone o vive con i genitori che lo mantengono. Se vuole che le illustri la situaziuone si metta in contatto con me e l´associazione alla quale appartengo. La sua é stata una vigliaccata.

  7. Franco scrive:

    Anche se sono l’unica voce fuori dal coro, voterò Lupi. Ho votato Berlusconi, ma ora l’interesse dell’Italia viene prima. Riflettete. Se cadesse il governo ora saremmo allo stesso livello della Grecia, con l’Europa che ci abbandonerebbe al nostro destino, lo spread, ecc. L’ultima cosa di cui abbiamo bisogno adesso sono le elezioni (con il porcellum poi…). Inoltre stimo molto Lupi e ho fiducia nella sua competenza e onestà.
    Meditate gente, meditate. Non facciamo come i grillini.

    • Mappo scrive:

      Franco, anch’io credo che l’interesse dell’Italia venga prima: venga prima di mantenere in vita un governo come questo che come il precedente governo Monti sta fallendo su tutta la linea, totalmente prono ai desiderata di Bruxelles e di Berlino. Quanto a Lupi, anch’io ne conservo la stima come persona, ma non mi illudo che possa contare qualcosa sia in questa compagine governativa che in un qualunque altro futuro quadro politico. Lui e i suoi compagni del NCD con questa scelta autolesionista si sono di fatto condannati all’oblio. La loro esistenza politica è legata oramai ai capricci di Renzi, non certo a quelli di Berlusconi. Francamente non scommetterei un centesimo che Lupi arrivi a mangiare la colomba pasquale da ministro del governo Letta. Tutto dipenderà se Letta per tirare a campare ancora qualche mese non darà a Renzi su un piatto d’argento la testa di Lupi e co.

  8. Jack scrive:

    Prima di dire chi votare non vi sembra il caso di ascoltare le proposte?
    Certo che i curricula dei dingoli presenti nei vari schieramenti dovrebbero già ben orientare il voto di chi si professa cattolico

  9. rossoporpora scrive:

    Dopo tutto quello che ha combinato e tutto quello che non ha fatto quando aveva la maggioranza più ampia di sempre c’è ancora qualcuno che va dietro a Berlusconi? Non c’è proprio niente di meglio in questo paese?

  10. ftax scrive:

    @EmanueleSarti. Qui, l’unico fantoccio risulti tu.

    • mauro pasculli scrive:

      mauro

      io credo che occorre sostenere il gruppo di Alfano,Lupi e compagni almeno per tre ordini di ragioni : 1) ha avuto il coraggio di sostenere una propria posizione politica autonoma rispetto al pensiero dominante di Berlusconi, in un momento così difficile per il Paese, evitando nel contempo la follia delle elezioni anticipate (con il porcellum !!); 2) è composto da gente qualificata e capace che si batte senza doppi fini per il bene comune; 3) ha avuto il coraggio politico di affrontare una scissione dal PdL,(nonostante le numerose simili esperienze negative non andate a buon fine) per il bene della nazione, senza effettive certezze di adeguato sostegno, e senza particolari strategie opportunistiche. Coraggio andate avanti così, troverete molti amici interessati ad una politica pulita che vi sosterranno!!!

      • leo aletti scrive:

        Ciascuno è libero di scegliere quel che vuole. Caro Lupi per me sei fuorviante, mi spiace per chi ti segue.

  11. Guido scrive:

    Poco convincente questa conversione a 360°, non avrà il livore di quella di Gianfranco Fini, ma, ahimè, credo che avrà lo stesso risultato. Questo peana ad istituzioni “democratiche” che frodano continuamente il popolo, che pure affida loro (inutilmente) le sue speranze non convince affatto.
    Come si fa ad allearsi a chi non ti stima, ti combatte in Parlamento, sui giornali, nelle aule di tribunale?
    Come si fa a chiamare estremista chi difende un principio di libertà per tutti?
    Pura illusione quella di chi affida la stabilità del Paese a quella di un’esperienza di governo che fa assai poco per il bene del popolo ed è ormai inviso, dati alla mano, al 70% dello stesso Parlamento?

  12. tommaso scrive:

    Ben venga la scissione se fa vincere il centrodestra. ..a me interessa salvaguardareDIO CHIESA VITA FAMIGLIA BAMBINI da leggi shock che stanno distruggendo il mondo e che in italia ancora non sono arrivategrazie al berlusca che ha unito un popolo di centrodestra. .cmq voterò fi o ncd o un altro partito ma che sia nella coalizione di centrodestra. .Vvb DIO CI BENEDICA

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

Si chiama Nolan N90-2 ed è l’apribile entry level di Nolan. Adatto sia all’utilizzo in città sia per un lungo viaggio, costa 269,99 euro

L'articolo Nolan N90-2, apribile entry level proviene da RED Live.

I fiori mai sbocciati dell’automobilismo mondiale No, loro non ce l’hanno fatta. Non sono riuscite ad arrivare in produzione, perse nei meandri delle logiche commerciali, del marketing, degli eventi globali o, semplicemente, dell’indecisione dei costruttori. Sono quelle centinaia di concept car – o prototipi che dir si voglia – realizzati in piccolissimi numeri, quando non […]

L'articolo Le auto che non sono mai nate proviene da RED Live.

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana