Google+

«I numeri del governo sull’edilizia scolastica sono falsi. Tutti falsi». Un indizio che è una conferma

aprile 28, 2014 Redazione

L’unico provvedimento “nero su bianco” sull’edilizia scolastica è contenuto nel decreto Irpef e prevede solamente 244 milioni di euro per il 2014-2015. Ben poca cosa rispetto ai 3,5 miliardi annunciati

«I numeri che leggete sull’intervento del governo sull’edilizia scolastica sono falsi. Tutti falsi». Ricordate queste parole? Non le disse un feroce berlusconiano né un blaterante grillino ma Roberto Reggi, renziano sottosegretario all’Istruzione. Oggi in un commento sul Corriere della Sera – di certo un quotidiano non ostile al premier – si sottolineano le parole di giovedì scorso del ministro dell’Istruzione, Stefania Giannini: «Abbiamo concordato un incontro con il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan per la prossima settimana per capire effettivamente quali sono le possibilità economiche, perché si programma quando ci sono fondi certi».

SOLO 244 MILIONI. Tradotto dal politichese, significa che c’è qualcosa che non va. «È iniziato il solito braccio di ferro tra Economia ed Istruzione», scrive il quotidiano milanese che ricorda quanto il presidente del Consiglio abbia investito, anche mediaticamente, sulla scuola. Ricordate la sua prima uscita pubblica a Treviso? Ricordate le promesse di mettere in regola e sicurezza gli istituti italiani? Bene. «L’unico provvedimento “nero su bianco” sull’edilizia scolastica è contenuto nel decreto Irpef e prevede in concreto solamente 244 milioni di euro di “spazio di patto” per il biennio 2014-2015. Ben poca cosa rispetto ai 3,5 miliardi annunciati. Ben poca cosa per le 4.500 scuole che hanno già richiesto di aprire i cantieri».

«QUI NESSUNO SA NIENTE». Speriamo quindi che Padoan e Giannini chiariscano l’equivoco, anche perché «per arrivare da 244 milioni a 3,5 miliardi di euro la strada è molto lunga». L’alternativa è credere alle parole di Reggi che, già ai tempi delle promesse di Renzi, diceva: «Nessuno sa davvero quante e quali sono le scuole su cui dobbiamo intervenire, né conosce i fondi disponibili. (…) Qui nessuno sa niente. Renzi spara razzi nel cielo quello è il suo talento, ma poi noi gli arranchiamo dietro».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

5 Commenti

  1. Giovanna scrive:

    Lasciate pure che caschino tanto sono scuole statali.

    • filomena scrive:

      Carissima, se non ci sono fondi per le scuole statali, tantomeno per quelle private confessionali. Rassegnati.

      • Giannino Stoppani scrive:

        Cosa dire di questo botta e risposta tra trolletti se non il solito “(t)rollare di meno e studiare di più”?!

  2. filomena scrive:

    Come annuncia il titolo, qui da un indizio, tra l’altro di affidabilità discutibile, si salta alle conclusioni, ancora più discutibili. Il governo è in carica fa due mesi e già si danno dei giudizi ineluttabilmente negativi solo perché è in governo guidato da un esponente di sinistra. Cosa dire allora di chi è stato al governo per anni e oltre a fare leggi ad personam non è stato in grado di produrre nulla di buono neanche per la scuola tranne rendere obbligatorio il grembiulino?

  3. ftax scrive:

    E ancor più risulta discutibile l’affidabilità di Filomena che una ne pensa e cento ne spara, ma sempre fuori bersaglio…

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana