Google+

Non si può dividere l’Ucraina in buoni e cattivi, come insegna la storia del giovane fuciliere Andriy in Crimea

marzo 5, 2014 Redazione

La sua caserma è assediata dai russi, che non sparano. Lui è diviso: detesta «la rivoluzione di Kiev ma ho giurato fedeltà all’intera Ucraina». I suoi superiori vogliono che combatta i russi «ma non ho niente contro di loro»

Ci sono storie che aiutano a capire quanto può essere diviso il cuore di un popolo o di una persona, trasportandoci fuori dalla divisione della rivolta ucraina in buoni e cattivi, in filoeuropei da sostenere e filorussi da condannare. Quella di Andriy raccontata oggi da Repubblica è una di queste storie.
Il fuciliere ucraino di 20 anni di origine russa è di stanza a Perevalnoe, base della 37esima brigata fanteria della Marina ucraina in Crimea, dove oggi comandano i soldati di Vladimir Putin e che intorno a metà marzo ha organizzato un referendum per far decidere alla popolazione se staccarsi da Kiev o meno.

UCRAINA O CRIMEA? La caserma è accerchiata da soldati ben armati e mezzi blindati e Andriy è diviso: da una parte ci sono i suoi amici che lo chiamano sul cellulare per chiedergli di unirsi ai russi, che assediano la caserma senza sparare, dall’altra i suoi superiori che lo spingono a combattere a viso aperto contro quegli uomini al di là del muro. Andriy detesta «quelli della rivoluzione di Kiev» e i suoi genitori «vanno in piazza ad applaudire l’intervento di Putin. Li capisco e condivido pure. Ma io sono un soldato o no?».
Come ha già fatto il comandante in capo della Marina ucraina, anche a lui hanno chiesto di giurare fedeltà alla Repubblica autonoma di Crimea, «ma io ho giurato fedeltà all’intera Ucraina. Tecnicamente è un tradimento e se poi si mettono d’accordo, a me che succede?».

«NON HO NIENTE CONTRO I RUSSI». Tutti sono nervosi come Andriy nella caserma a 40 chilometri dalla capitale Simferopoli che contiene il meglio della Difesa ucraina in Crimea: truppe scelte, autoblinde, pezzi d’artiglieria leggera. I soldati, a seconda delle opinioni, si scazzottano tra loro, mentre i superiori, quei «maledetti rompipalle» dell’indottrinamento ideologico («antica eredità di tutti gli eserciti sovietici»), ordinano loro di ribellarsi ai russi e affrontarli a viso aperto: «E da me cosa vorrebbero?», sbotta Andriy. «Che uscissi fuori a combattere contro questi qui? A parte che io non ho niente contro questi ragazzi venuti dalla Russia, ragioniamo dal punto di vista di pura tecnica militare: ci schiaccerebbero senza nemmeno sforzarsi troppo».

SERVE RICONCILIAZIONE. Davanti a storie come quelle del giovane fuciliere si capisce perché, come affermava lo slavista Georges Nivat a tempi.it, «il paese ora ha bisogno di compromesso e riconciliazione» e non di un Occidente che si schiera con gli uni o con gli altri.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Rifatta da cima a fondo la crossover Subaru ha aumentato le sue capacità off road, migliorando al contempo il comportamento su strada. Più efficace e comoda migliora anche nella qualità percepita degli interni. Solo benzina per i motori Boxer che continuano ad avere un po’ di sete.

L'articolo Prova Subaru XV 2018 proviene da RED Live.

Prodotta in soli 150 esemplari, l'iconica fuoristrada inglese si può ordinare ad un prezzo di partenza di circa 170.000 euro

L'articolo Land Rover Defender Works V8: 405 cv per festeggiare i 70 anni proviene da RED Live.

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi