Google+

Non fate arrabbiare Adele o vi farà il dito medio

febbraio 24, 2012 Elisabetta Longo

Il conduttore dei Brit Awards la interrompe mentre ringrazia dopo l’ennesimo premio ricevuto e la cantate ricambia con un gestaccio a favore di telecamera. Ecco cosa succede quando le very important person perdono la pazienza.

Con lo sguardo ancora pieno di gioia per la ricca premiazione ottenuta ai Grammy Awards – ben sei premi grammofoni vinti – Adele è stata protagonista anche della serata dei Brit Awards e, stranamente, non per la sua voce. La cantante infatti dopo essere salita sul palco, proprio mentre stava spiegando il perché e il per come fosse tanto felice di essere inglese, di quanto fosse commossa e di quanto fosse modestamente grata a tutti quelli che l’avevano supportata, insomma il solito discorso da premiazione è stata interrotta dal presentatore. Una mancanza di educazione inaccettabile a cui la bionda ha risposto con un universale gestaccio: un dito medio alzato a favore di pubblico. Il motivo del suo repentino allontanamento era dovuto alla necessità di lanciare l’esibizione dei Blur, la platea scalpitava per vedere Damon Albarn e il suo gruppo, paladini del britpop anni Novanta. Si rassegni Adele, prima che possa diventare un pezzo di storia della musica dovrà superare ancora parecchie prove. Poi alla stampa, dopo essere andata dietro le quinte ha detto: «Mi dispiace se ho offeso qualcuno, ma è stata la situazione che mi ha offeso». Non ci crede nessuno, ma la collega Lily Allen si è sentita in dovere di difenderla, tirando in causa il sistema deviato e maschilista dell’industria musicale di oggi. Per la quale qualsiasi cosa fatta da una donna, anche un discorso di ringraziamento, vale meno. Se la sentissero le senonoraquandiste l’arruolerebbero subito nelle loro fila.


Comunque il gestaccio del dito medio è praticamente una convenzione nel mondo musicale. Non c’è nessun tipo di ribellione nel farlo a una telecamera o a un paparazzo. Dà quel tono un po’ rock anche a chi rock non lo è affatto. Come Justin Bieber, l’idolo delle ragazzine, che in gita con la famiglia per rispondere ad alcuni fan troppo invadenti ha pensato bene di mostrare il dito medio. Stesso discorso per la bionda Avril Lavigne, punk rock inoffensiva come una coccinella su un fiore, ma che sfoggia sempre gesti poco eleganti sui red carpet. Uno che non fa più nemmeno notizia è Ozzy Osbourne, che lo ha adottato come messaggio universale per qualsiasi cosa. Ma uno dei più indimenticabili degli ultimi anni rimane quello (disperato) di Britney Spears, che prese anche a calci i paparazzi che l’avevano seguita mentre si rasava i capelli.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

Seppur presentato nel 2016, il sistema di trazione integrale della Focus RS è tutt’oggi una soluzione ingegneristica avanzata ed è raro trovarne una descrizione chiara e completa. Siete sicuri di avere capito come funziona? Leggete per scoprirlo!

L'articolo Magia elettronica! La trazione integrale della Ford Focus RS proviene da RED Live.

In attesa della prova ecco le prime informazioni sul test che ci vedrà a Valencia in sella alla nuova Ducati Panigale V4

L'articolo Ducati Panigale V4 in attesa della prova proviene da RED Live.

Al volante della SUV “low cost” che migliora nei contenuti e nella guida mantenendo invariato il prezzo. Dacia ha vinto di nuovo la scommessa e ora offre una Duster più appetibile che mai

L'articolo Prova Dacia Duster 2018 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download