Google+

«Non chiamate una donna incinta “mamma”: offendete i transgender»

febbraio 1, 2017 Redazione

È l’indicazione che la British Medical Association ha dato a tutti i suoi 160 mila membri che lavorano in privato e negli ospedali del Regno Unito

incinta-shutterstock_248852518

Non chiamate più una donna incinta “futura mamma”. È l’indicazione che la British Medical Association (Bma), principale sindacato e associazione professionali dei dottori inglesi, ha dato a tutti i suoi 160 mila membri che lavorano in privato e negli ospedali del Regno Unito. La motivazione? «Per non offendere le persone transgender».

«INCLUDERE UOMINI TRANS». Anche “mamma in attesa” è una terminologia giudicata offensiva e da sostituire con “persona incinta” per «celebrare la diversità». Ecco la spiegazione ufficiale: «La grande maggioranza delle persone che sono incinte o che hanno partorito si identificano come donne. Tuttavia, ci sono alcuni uomini intersex e uomini trans che possono essere gravidi. È possibile includere gli uomini intersex e gli uomini trans che possono essere gravidi chiamandoli “persone incinte”».

«MISURA CONTRO LE DONNE». La guida, riporta il Mirror, spiega anche ai dottori di non usare più i termini “nato uomo” e “nato donna” per indicare le persone transgender perché così «si riduce e si semplifica eccessivamente un tema complesso». Laura Perrins, ex avvocato e mamma che si batte per i diritti delle donne e che ha fondato il sito di successo The Conservative Woman, ha criticato la Bma: «È una misura contro la scienza, contro le donne e contro le mamme. Tutti i dottori sanno che solo le femmine possono avere bambini. Dire altrimenti è offensivo e pericoloso. Questa decisione offenderà le donne di ogni parte del paese ed è un ottimo esempio di come la maggioranza delle donne venga insultata da una piccola minoranza di persone».

«È MOLTO TRISTE». Anche il parlamentare tory Philip Davies ha criticato l’iniziativa, definendola «ridicola». L’ex vescovo anglicano di Rochester, Michael Nazir-Ali, si è unito al coro: «Credo che sia molto triste che la società venga spinta in questa direzione. Dio ci ha creati maschi e femmine e le madri si rapportano ai loro bambini in modo diverso rispetto ai padri. Questa decisione confonderà le persone riguardo al ruolo vitale delle madri nella crescita dei loro bambini». Dopo le centinaia di critiche ricevute, la Bma ha provato a difendersi negando tutto. Senza grande successo: «Si tratta di linee guida per il nostro staff, non per i medici, per promuovere un posto di lavoro più inclusivo».

Foto da Shutterstock

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

2 Commenti

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Opel torna nel segmento delle SUV medie. E lo fa sbattendo la porta con tanta forza da far tremare i vetri. La nuova Grandland X, terzo atto della saga X dopo Mokka X e Crossland X, è una vettura concreta, spaziosa, confortevole e ben rifinita. Oltretutto forte di un design piacevole. Caratteristiche che, di per […]

L'articolo Prova Opel Grandland X proviene da RED Live.

L’ingresso di Fiat nel segmento dei Pick-up avviene grazie a una importante e strategica collaborazione con Mitsubishi di cui il Fullback è “figlio legittimo”. Stringendo una intelligente partnership con chi è stato ritenuto il miglior interprete di questa filosofia, Fiat ha infatti potuto entrare sul mercato dalla porta principale con un mezzo che, già in […]

L'articolo Prova Fiat Fullback LX 180 CV, buona la prima proviene da RED Live.

Pirelli ci riprova. Dopo il lancio degli pneumatici da bici P Zero Velo riparte dal ciclismo il progetto Pirelli Design, avviato dall’azienda per valorizzare il suo bacino di conoscenze in fatto di tecnologia. Procede dunque in questa direzione la nuova capsule collection con la collaborazione di Castelli, azienda italiana con più di quarant’anni di storia vissuta […]

L'articolo Pirelli Design e Castelli insieme per una collezione speciale proviene da RED Live.

Le due rappresentanti heritage della Casa di Iwata si tingono di nuovi colori e richiamano ancora di più il passato: sono le Yamaha XSR700 e XSR900 2018

L'articolo Yamaha XSR700 e XSR900 2018 proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. La prova della nuova gamma Softail comincia così, all’insegna di un motto indiscutibilmente americano. Oltre alle suggestioni culturali, però, c’è altro: otto modelli del tutto inediti, progettati ex novo per essere attuali oggi e soprattutto domani. Nel futuro di Harley-Davidson, infatti, ci saranno 100 nuovi modelli in 10 anni. […]

L'articolo Prova Harley-Davidson gamma Softail 2018 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana