Google+

No Tav. Erri De Luca a processo ne approfitta per fare un po’ di show antagonista

gennaio 29, 2015 Marco Margrita

Alla prima udienza del processo che lo vede accusato di istigazione alla violenza, lo scrittore ha ribadito la sua posizione: il sabotaggio è la soluzione

Vittimismo d’autore, non privo di ricadute pubblicitarie, quello messo in scena ieri mattina, in occasione della prima udienza del processo che lo vede accusato di istigazione alla violenza a favore del movimento No Tav, per lo scrittore Erri De Luca. Non è mancato il tempo, infatti, all’imputato eccellente, prima dell’avvio del dibattimento, per concedersi ai suoi fans autografando le copie del suo ultimo pamphlet feltrinelliano La parola contraria. Alle sue spalle, prima dell’ingresso del giudice, ha pure fatto capolino un cartello “je suis Errì”, chiaro tentativo di insistere sul motivo della persecuzione del libero pensiero. Per quanto l’ex responsabile del servizio d’ordine di Lotta Continua, parlando con i giornalisti al termine dell’udienza, abbia voluto escludere ogni equiparazione del suo processo con la strage parigina.

BUCUS INTERRUPTUS. Ricordiamo le parole per cui è stato rinviato a giudizio: “la Tav va sabotata. Ecco perché le cesoie servivano: sono utili a tagliare le reti. Nessun terrorismo, sono necessari per far comprendere che la Tav è un’opera nociva e inutile… hanno fallito i tavoli del governo, hanno fallito le mediazioni: il sabotaggio è l’unica alternativa”. Coerente con il registro del perseguitato politico ha detto che “questo sarà un processo sulle frasi che ho detto. Io ho usato la parola “sabotaggio”, che è una parola nobile usata anche da Gandhi. Continuo a pensare che il Tav vada sabotato, ma sono convinto che si saboterà da solo perché non ci sono i soldi per costruirlo. Il buco del Tav sarà un ‘buco interrotto’, un ‘bucus interruptus’. Se sarò condannato non farò ricorso. Quello che ho da dire è quello che ho già detto. Uno scrittore deve difendere le sue opinioni, che in questo caso per me sono poi diventate convinzioni. Cosa altro deve fare se non difenderle?”.
La scena si è conclusa con il ricercato e ottenuto applauso del pubblico, incassato con nonchalance. L’aula del tribunale, insomma, è diventato un palcoscenico. Come tutta la lotta contro il treno veloce sembra essere diventata per i settori antagonisti.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

Si chiama Nolan N90-2 ed è l’apribile entry level di Nolan. Adatto sia all’utilizzo in città sia per un lungo viaggio, costa 269,99 euro

L'articolo Nolan N90-2, apribile entry level proviene da RED Live.

I fiori mai sbocciati dell’automobilismo mondiale No, loro non ce l’hanno fatta. Non sono riuscite ad arrivare in produzione, perse nei meandri delle logiche commerciali, del marketing, degli eventi globali o, semplicemente, dell’indecisione dei costruttori. Sono quelle centinaia di concept car – o prototipi che dir si voglia – realizzati in piccolissimi numeri, quando non […]

L'articolo Le auto che non sono mai nate proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana