Google+

Nigeria. Boko Haram semina il terrore tra i cristiani: «Hanno sgozzato mio fratello come un agnello»

febbraio 5, 2014 Redazione

I sopravvissuti all’attacco di Boko Haram nel nord della Nigeria scappano dalle loro case distrutte. «Abbiamo visto l’inferno. Non hanno avuto pietà. Andare in chiesa è impossibile»

«Abbiamo visto l’inferno. Non hanno avuto pietà». Così Rahilla Ibrahim parla dei terroristi islamici di Boko Haram, che lo scorso 26 gennaio sono entrati nella chiesa cattolica del villaggio di Wada Chakawa (Adamawa), nel nordest della Nigeria, e hanno «sgozzato uno a uno» i fedeli prima di darla alle fiamme (foto a fianco, ndr).

CRISTIANI SCAPPANO. Rahilla, secondo quanto riportato da Ap, ha perso nell’attacco il figlio e il marito. Oggi non ha più niente e quindi non ha neanche motivo di scappare, ma molti suoi concittadini sì. Come Moses Yohanna: «Hanno sgozzato mio fratello come un agnello. Ora non c’è sicurezza e le nostre vite sono in pericolo».
Gli ufficiali governativi hanno fatto visita al villaggio venerdì scorso, portando cibo e acqua, ma in tanti se ne sono andati.

«ANDARE IN CHIESA? FUORI QUESTIONE». Allo stesso modo, molti cristiani sono fuggiti nello Stato di Adamawa dal vicino Stato di Borno, spesso bersaglio degli attentati di Boko Haram. «Sono almeno tremila le persone fuggite qui ad Adamawa», afferma l’ufficiale statale Hamza Bello. «Ma anche qui gli attacchi sono frequenti».
Ed è il motivo per cui in molte località non vengono neanche celebrate funzioni religiose: «Siamo confusi e depressi perché possiamo fare ben poco», dichiara il reverendo Jerome Odineze. «Spesso aboliamo le funzioni. In molti posti andare in chiesa è fuori questione».

UCCISO RELIGIOSO ISLAMICO. Venerdì un pastore protestante è stato ucciso a Sabon Garin Yambdula, sempre nello Stato di Adamawa. Prima di andarsene i terroristi hanno cercato di dare fuoco a tutto il villaggio, senza riuscirci. Anche un islamico, il religioso Sheikh Adam Albani, è stato ucciso, questa volta a Kaduna, per aver ripetutamente criticato Boko Haram.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

2 Commenti

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Rialzata, “rinforzata” nel look ma con lo stesso grande comfort di ogni Classe E, la All Terrain entra di forza nel segmento delle Statio Wagon rialzate. Offre tanto spazio e un comfort sontuoso, ma la sua attitudine off road è reale

L'articolo Prova Mercedes E 220 CDi All Terrain proviene da RED Live.

Potenza esagerata, guidabilità di alto livello e un motore capace di stupire per gestibilità ed erogazione. La Panigale V4 apre una nuova era in casa Ducati e lo fa non solo per le prestazioni ma anche per come le “serve” al pilota. Non è solo l’ultima supersportiva Ducati è un cambio di filosofia, che potrebbe piacere a molti

L'articolo Prova Ducati Panigale V4 S proviene da RED Live.

Rifatta da cima a fondo la crossover Subaru ha aumentato le sue capacità off road, migliorando al contempo il comportamento su strada. Più efficace e comoda migliora anche nella qualità percepita degli interni. Solo benzina per i motori Boxer che continuano ad avere un po’ di sete.

L'articolo Prova Subaru XV 2018 proviene da RED Live.

Prodotta in soli 150 esemplari, l'iconica fuoristrada inglese si può ordinare ad un prezzo di partenza di circa 170.000 euro

L'articolo Land Rover Defender Works V8: 405 cv per festeggiare i 70 anni proviene da RED Live.

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi