Google+

Nigeria, attentato kamikaze in una scuola. «Ci sono molti studenti a terra in un lago di sangue»

novembre 10, 2014 Redazione

Almeno 50 vittime a causa di un attentato, probabilmente dei jihadisti di Boko Haram. L’arcivescovo Kaigama: «È ora che i politici si uniscano e combattano contro i terroristi»

Sono almeno 50 le vittime di un attacco kamikaze suicida in una scuola a Potiskum (Nigeria). I feriti, stando a quanto riferito dalle autorità africane, sarebbero una ottantina. Sebbene non sia ancora stato rivendicato, è facile intuire che i responsabili di questa nuova strage sono i terroristi di Boko Haram, la setta islamista che da anni mette a ferro e fuoco il paese, sognando di instaurare il Califfato.
Il kamikaze si è fatto esplodere questa mattina, proprio nel momento in cui i duemila studenti della Govenment Science Secondary School, iniziavano la loro prima ora di lezione. «Ci sono molti studenti a terra in un lago di sangue», ha raccontato un testimone. «Stavamo aspettando l’intervento del preside, intorno alle 7.30, quando abbiamo sentito  un rumore assordante e sono caduto, la gente ha iniziato a gridare e correre, ho visto sangue su tutto il mio corpo», ha detto un ragazzo. I poliziotti, accorsi sul luogo, sono stati presi a sassate dai genitori disperati.
Nella stessa città la settimana scorsa un altro attentatore suicida si era lanciato contro un corteo sciita, provocando 30 morti.

COMBATTERE BOKO HARAM. Intervistato da Fides, monsignor Ignatius Ayau Kaigama, arcivescovo di Jos e presidente della Conferenza episcopale nigeriana, ha detto che «è ora che i nostri politici mettano da parte la lotta elettorale e si uniscano per combattere Boko Haram. Non sono purtroppo sorpreso che gli attacchi continuino, perché la strategia adottata per combattere Boko Haram non appare ormai troppo credibile. È in particolare molto preoccupante vedere come Boko Haram continui ad avanzare negli Stati di Borno e Adamawa, nonostante il forte spiegamento di forze militari e di sicurezza in quelle aree. È giunta l’ora di andare oltre i meschini interessi politici e guardare all’interesse della nazione».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana