Google+

Nigeria, più di 100 ragazze rapite dai terroristi islamici di Boko Haram

aprile 15, 2014 Redazione

Il rapimento è avvenuto ieri notte durante un attacco alla città di Chibok: anche 170 case sono state distrutte dagli islamisti

Oltre 100 ragazze sono state rapite in Nigeria ieri notte dai terroristi di Boko Haram, che hanno attaccato la città di Chibok (Borno), nel nord del paese. L’attacco è stato confermato dalla polizia mentre il rapimento delle ragazze è stato comunicato alla Bbc e all’Afp dalle famiglie delle vittime.

«MOLTE RAGAZZE RAPITE». «Molte ragazze sono state rapite da uomini armati che hanno devastato una scuola arrivando a bordo di numerosi veicoli», ha dichiarato all’Afp un responsabile dell’educazione di Chibok. Un altro testimone ha dichiarato che i terroristi hanno sopraffatto i militari presenti a difesa della scuola e distrutto almeno 170 case.

LA FUGA. Una studentessa, che è riuscita a evitare il rapimento, ha raccontato alla Bbc come è avvenuto: mentre le ragazze dormivano nel dormitorio della scuola, gli uomini di Boko Haram hanno fatto irruzione e si sono fatti indicare dove si trovava la dispensa. Rubato il cibo, hanno obbligato decine di ragazze a salire su un autobus e due camion già pieni di provviste e benzina.
Una volta salite sul camion lei, insieme ad altre 15 ragazze, è riuscita a scappare dopo che il mezzo è stato costretto a rallentare sulla strada a causa di un guasto.

SCUOLE SOTTO ATTACCO. Solo negli ultimi due giorni Boko Haram ha ucciso più di 150 persone attaccando la capitale Abuja e un villaggio nel nord del paese. Non è la prima volta che gli islamisti colpiscono le scuole e rapiscono delle ragazze, come confermato da molte di loro che sono riuscite a scappare. Le donne rapite devono assistere a torture e uccisione, sono costrette a convertirsi all’islam e a sposare i terroristi.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Opel torna nel segmento delle SUV medie. E lo fa sbattendo la porta con tanta forza da far tremare i vetri. La nuova Grandland X, terzo atto della saga X dopo Mokka X e Crossland X, è una vettura concreta, spaziosa, confortevole e ben rifinita. Oltretutto forte di un design piacevole. Caratteristiche che, di per […]

L'articolo Prova Opel Grandland X proviene da RED Live.

L’ingresso di Fiat nel segmento dei Pick-up avviene grazie a una importante e strategica collaborazione con Mitsubishi di cui il Fullback è “figlio legittimo”. Stringendo una intelligente partnership con chi è stato ritenuto il miglior interprete di questa filosofia, Fiat ha infatti potuto entrare sul mercato dalla porta principale con un mezzo che, già in […]

L'articolo Prova Fiat Fullback LX 180 CV, buona la prima proviene da RED Live.

Pirelli ci riprova. Dopo il lancio degli pneumatici da bici P Zero Velo riparte dal ciclismo il progetto Pirelli Design, avviato dall’azienda per valorizzare il suo bacino di conoscenze in fatto di tecnologia. Procede dunque in questa direzione la nuova capsule collection con la collaborazione di Castelli, azienda italiana con più di quarant’anni di storia vissuta […]

L'articolo Pirelli Design e Castelli insieme per una collezione speciale proviene da RED Live.

Le due rappresentanti heritage della Casa di Iwata si tingono di nuovi colori e richiamano ancora di più il passato: sono le Yamaha XSR700 e XSR900 2018

L'articolo Yamaha XSR700 e XSR900 2018 proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. La prova della nuova gamma Softail comincia così, all’insegna di un motto indiscutibilmente americano. Oltre alle suggestioni culturali, però, c’è altro: otto modelli del tutto inediti, progettati ex novo per essere attuali oggi e soprattutto domani. Nel futuro di Harley-Davidson, infatti, ci saranno 100 nuovi modelli in 10 anni. […]

L'articolo Prova Harley-Davidson gamma Softail 2018 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana