Google+

Nasce il governo autonomo della Cirenaica. Dopo la “Primavera araba” la Libia rischia di andare in pezzi

novembre 4, 2013 Redazione

La regione ricca di petrolio nomina un governo guidato dal capo di una potente brigata ribelle Ibrahim Al Jathran

L’annuncio per il momento è puramente simbolico ma potrebbe avere gravi conseguenze per la Libia. Domenica più di 20 ministri hanno giurato davanti a una bandiera della Cirenaica, l’Est del paese, formalizzando così la nascita di un governo autonomo della regione ricca di petrolio.

DIVISIONE DELLA LIBIA. A capo del governo, che non è riconosciuto dallo Stato centrale di Tripoli, c’è il leader di una potente milizia libica, Ibrahim Al Jathran, che ha chiesto la divisione federale della Libia in tre parti: Cirenaica, Tripolitania e Fezzan. La sua brigata Hamza composta da migliaia di uomini armati ha già conquistato i porti petroliferi di Es Sider, Brega e Ras Lanuf bloccando la vendita di petrolio e facendo perdere al suo paese circa 5 miliardi di dollari.
Secondo Al Jathran, Tripoli vende il petrolio estratto in Cirenaica ma non restituisce poi alla regione abbastanza di quanto guadagnato: «Il petrolio dovrebbe beneficiare tutto il popolo libico, ma non è così».

RAPPORTI DI FORZA. Il governo libico non ha ancora rilasciato dichiarazioni sull’azione unilaterale dei ribelli ma il timore di perdere definitivamente la maggior parte dei proventi del petrolio è alto. Difficilmente lo Stato potrebbe ristabilire l’ordine con la forza: i ministeri nella capitale infatti vengono spesso occupati da brigate armate, che non li abbandonano fino a quando il Parlamento non soddisfa le richieste dei guerriglieri. Se l’esercito non li stana prima, come dichiarato dallo stesso governo, è perché i guerriglieri sono superiori ai soldati per numero di uomini e capacità di fuoco.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Monovolume, SUV e crossover, ma anche multispazio, sportive, ibride ed elettriche: “l’affollamento” in abitacolo è un must e proliferano le auto a sette posti. Ecco i migliori modelli sul mercato.

L'articolo Quando cinque non bastano, le migliori auto a 7 posti proviene da RED Live.

Nel mondo delle supercar c’è grande fermento per l’imminente debutto della Aston Martin Valkyrie e della Mercedes-AMG Project One, “parenti strette” delle vetture da Formula 1. Auto che, però, vuoi per il frazionamento dei propulsori, vuoi per alcune soluzioni telaistiche, non attingono tanto profondamente quanto affermato nei proclami alla tecnologia delle monoposto. Diversamente da quanto […]

L'articolo Ferrari F50: la Formula 1 sono io proviene da RED Live.

Ha riconquistato ciò che un tempo era già suo. La Honda Civic Type R di nuova generazione è tornata al Nürburgring, riprendendosi il record per le vetture a trazione anteriore. Del resto, quello che altri chiamano “l’Inferno verde”, vale a dire la mitica Nordschleife – in tedesco l’anello nord – pista di 20,8 km entrata […]

L'articolo Honda Civic Type R MY17: Regina del Ring proviene da RED Live.

Cittadino, fuoristradista, “agonista”, pratico o “alieno”. Cinque modi d’essere automobilista. Cinque modi d’interpretare SUV e crossover. Ecco 20 modelli che soddisfano ogni gusto e desiderio.

L'articolo SUV e crossover compatte: ecco le migliori 25 proviene da RED Live.

Ebbene sì, è accaduto. Anche il Giaguaro si è spuntato le unghie ed è sceso a compromessi con il downsizing. La rinnovata sportiva F-Type, disponibile in configurazione sia Coupé sia Convertible, verrà dotata di un “piccolo” 4 cilindri 2.0 turbo da 300 cv, destinato ad affiancare i confermati V6 e V8 Supercharged. Turbina twin-scroll Pietra […]

L'articolo Jaguar F-Type 2.0T: la prima volta del 4 cilindri proviene da RED Live.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana