Google+

Napolitano: «Grati ai Lampedusani che hanno soccorso vittime della tragedia»

novembre 4, 2013 Chiara Rizzo

Durante la commemorazione del Giorno dell’Unità nazionale e delle forze armate, il presidente ha ricordato: «La coperta resterà corta anche se con uno sforzo collettivo riapriremo un sentiero di crescita per l’economia italiana»

«Un plauso particolare meritano gli uomini e le donne che hanno partecipato alle operazioni di soccorso e di recupero delle salme delle vittime della terribile tragedia di Lampedusa»: così oggi il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, in occasione del Giorno dell’unità nazionale e delle forze armate, ha voluto ricordare i pescatori, i sub, i cittadini semplici che, di fronte alle ondate di migranti che approdano sull’isola, non esitano ad aprire le porte delle proprie case o a tuffarsi in mare per dare una mano e un segnale di solidarietà.

«COPERTA TROPPO CORTA». Il Presidente ha voluto anche ringraziare «i militari impegnati nei diversi teatri di crisi, dall’Afghanistan, al Medio Oriente, ai Balcani e a quelli che operano sul territorio nazionale e sui nostri mari». Napolitano ha deposto la corona d’alloro tradizionale all’Altare della patria di piazza Venezia, poi, dopo il minuto di silenzio, ha assistito alla cerimonia delle frecce tricolori. Infine ha preso parola per avvertire: «La coperta resterà corta anche se riusciremo con un grande sforzo collettivo di responsabilità e coesione a riaprirci presto un sentiero di crescita per l’economia italiana». I compiti del Paese richiedono, secondo il Presidente, «richiedono risorse che scarseggiano. Non si discuta con leggerezza di ridurre le missioni». Tuttavia, Napolitano ha ricordato però che «per rendere le capacità richieste compatibili con le ridotte risorse finanziarie a disposizione, esse hanno intrapreso un radicale processo di riforma i cui meccanismi attuativi, all’esame del Parlamento, devono essere resi al più presto operanti». Un riferimento esplicito è andato anche ai marò italiani detenuti in India: «Operiamo con tenacia per riportarli a casa».

 

 

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Permette di registrare tragitti, monitorare lo stato del manto stradale, analizzare e condividere con altri appassionati informazioni e dati. Si scarica gratuitamente da Apple Store e Google Play

L'articolo Sicurezza in moto? Arriva Moto App proviene da RED Live.

La coupé dei quattro anelli festeggia il compleanno con un restyling lieve, che porta in dote più potenza e una dotazione arricchita

L'articolo Audi TT 2018, il restyling per i 20 anni proviene da RED Live.

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.