Google+

Napoli – Udinese 2-0: gol, sintesi e video highlights

ottobre 27, 2011 Redazione

Il Napoli torna alla vittoria in campionato grazie al 2-0 sull’Udinese. I friulani si presentano al San Paolo senza Di Natale e si sente. Per i partenopei torna al gol Lavezzi, splendido tiro al volo su assist di Cavani, e Maggio chiude la partita sempre nel primo tempo

Il Napoli torna a vincere, la rete torna a gonfiarsi e la magica Udinese si sgonfia. Tre punti per gli uomini di Mazzarri, che al San Paolo si impongono sui friulani per 2-0. Si decide tutto nel primo tempo, quando arrivano al 20′ il gol di Lavezzi e al 44′ quello di Maggio.

L’Udinese senza Di Natale sembra sperduta. Il Napoli invece ci crede e quando Lavezzi colpisce al volo il pallone di destro, servitogli da una specie di rovesciata-assist di Cavani, e segna lo stadio esplode. L’Udinese comunque non è inesistente ed è merito di De Sanctis se non trova il pareggio con Floro Flores e Asamoah. Prima dello scadere, poi, arriva anche il gol di Maggio a tagliare le gambe ai friulani che nel secondo tempo sembrano non riuscire a riprendersi.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

Tempi Motori – a cura di Red Live

Paradiso e inferno, qui, sono una cosa sola. Lo sanno bene gli oltre 4.000 HEROes che si sono confrontati sul più duro, spettacolare e panoramico percorso di mountain bike al mondo. C’eravamo anche noi

Al volante della rinnovata City Car torinese, nuova in 1900 particolari, ma sempre fedele allo stile che l’ha resa inconfondibile. Una icona del Made in Italy oggi ancora più sicura e connessa

Grazie alla nuova piattaforma MQB è più lunga di 13 cm, più spaziosa, comoda e con una ricca dotazione di sicurezza. Prezzi premium

L'appuntamento è in Alta Valtellina, nel weekend del 4-5 luglio

La prima edizione della 12h di Monza è stata un successo e noi di Red eravamo in pista. Non a fare interviste e foto ma a pedalare. Forte... Ecco cosa è successo nelle 12 ore più strane che l'autodromo di Monza abbia mai visto.

Speciale Nuovo San Gerardo