Google+

Napoli, rifiuti: Ue minaccia l’Italia con multe salate. Chi pagherà?

settembre 30, 2011 Redazione

L’Italia è stata messa in mora dalla Commissione europea per l’ambiente: se entro due mesi il problema dello smaltimento dei rifiuti non subirà una svolta, arriverranno denunce e multe salate. L’Ue consiglia la costruzione di termovalorizzatori, esattamente quello che De Magistris ha promesso in campagna elettorale di non fare. Chi pagherà allora le multe?

 

«E’ passato troppo tempo dal nostro primo avvertimento all’Italia sulla questione rifiuti, nulla è stato fatto, e ora abbiamo bisogno di vedere risultati a breve termine». Le parole pronunciate dal commissario Ue all’ambiente, Janez Potocnik, si riferiscono alla situazione rifiuti di Napoli. Da qualche giorno circolava la voce che l’Italia stava per essere richiamata per lo stato di degrado della città guidata dal sindaco Luigi De Magistris. La Commissione europea ha messo in mora l’Italia e «preme affinché trovi soluzioni efficaci a breve e lungo termine per la gestione dei rifiuti in Campania, regione che su questo fronte è stata al centro di ripetute crisi che destano non poche preoccupazioni in quanto ormai da vari anni stanno mettendo in pericolo la salute umana e l’ambiente».

Risultato: ci sono due mesi di tempo per dimostrare che Napoli può fare fronte all’emergenza rifiuti, altrimenti arriverà il ricorso alla Corte di giustizia Ue insieme a multe molto salate. La Commissione europea prova anche a dare qualche consiglio per smaltire la spazzatura che ancora ricopre le strade di molti quartieri: «Occorre urgentemente fare in modo che quanti più rifiuti possibile siano inviati a smaltimento o recupero in altre Regioni italiane o in altri Paesi; aumentare la capacità delle discariche presenti, realizzarne delle nuove, aggiungere tre termovalorizzatori a quello già esistente di Acerra e incrementare la raccolta differenziata e il riciclo».

Peccato che uno dei punti del programma di De Magistris fosse quello di non costruire termovalorizzatori. C’è da scommettere che la multa arriverà. La vera domanda, allora, diventa: chi pagherà?

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi