Google+

Napoli, 2.300 tonnellate di spazzatura per terra. Napolitano: «Intervenga il governo» – Rassegna stampa/1

giugno 24, 2011 Redazione

I cinque giorni in cui il sindaco di Napoli Luigi De Magistris doveva ripulire Napoli sono passati ma 2.300 tonnellate di rifiuti sono per strada. I siti di «trasferenza» individuati dal Comune non sono utilizzabili e il capo dello Stato Giurgio Napolitano chiede al governo di approvare subito il decreto sui flussi extraregionali

L’emergenza di Napoli in numeri dice che 2.300 tonnellate di immondizia sono ancora per le strade. I cinque giorni che, secondo Luigi De Magistris, nuovo sindaco di Napoli, dovevano bastare per ripulire la città dalla spazzatura, sono passati. I due siti «di trasferenza», dove tenere cioè i rifiuti solo temporaneamente, di Acerra non sono utilizzabili, quello di Caivano pure, per l’opposizione di città e sindaco, il termovalorizzatore di Acerra è momentaneamente fermo – e De Magistris non intende costruirne un altro – e la spazzatura non può essere trasferita in altre regioni per la mancata approvazione da parte del governo di un decreto ad hoc.

“Sull’emergenza rifiuti è intervenuto anche il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano: «Rinnovo l’espressione del mio convincimento che comunque un intervento del governo nazionale sia assolutamente indispensabile e urgente al fine anche di favorire l’impegno solidale delle regione italiane». L’intervento che spetta al governo è approvare il decreto sui flussi extraregionali” (Corriere, p. 8).

De Magistris ha firmato un’ordinanza di emergenza: “Vietato vendere verdura non defoliata, vietato utilizzare nei locali pubblici contenitori usa e getta, turni di raccolta per l’Asia che coprano l’interno arco della giornata, immediata rimozione dei cumuli di spazzatura nei pressi di scuole, ospedali e cliniche, disinfezione di tutta l’immondizia giacente per le strade, multe fino a cinquecento euro a chi viola le disposizione e a chi appicca il fuoco ai sacchetti” (Corriere, p. 8).

“Guarda anche al futuro De Magistris: «Il piano affinché Napoli possa affrontare autonomamente altri momenti di crisi è partito, avremo i siti di trasferenza in città che poi, quando saremo tornati alla normalità e avremo avviato la differenziata porta a porta, ci serviranno per l’impiantistica che abbiamo in mente». Prima però c’è da ripulire Napoli” (Corriere, p. 8).

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. Giuliano Galassi scrive:

    l’impudenza di Napolitano è incredibile. Il governo è intervenuto innumerevoli volte, Il Cav personalmente ha affrontato la situazione ed era anche riuscito ad avviare una soluzione efficace. Ma il tutto è stato vanificato per la ottusa e feroce opposizione della sinistra e della camorra che hanno boicottato discariche, termovalorizzatori, ecc. Vi ricordate veglie di preghiera contro l’apertura di discariche, contro i compattatori che portavano rifiuti, le accuse a Berlusconi di voler inquinare, di fare affari con la camorra ?? il nuovo sindaco De Magistris è persino riuscito a bloccare 160 milioni di euro, che la UE voleva stanziare per i rifiuti campani, solo per danneggiare Berlusconi che era riuscito a farli stanziare. I rifiuti napolitani poi sono stati smistati piu’ volte in vari regioni italiane e all’estero, pagano profumatamente. Ora basta, la sicumera, la truffa, la menzogna non bastano a risolvere il problema. De Magistris ha tanto gridato contro le soluzioni del Cav, ora provveda lui, e per favore sig presidente Napolitano, stia zitto !!!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana