Google+

Naglaa, First lady egiziana che sa e vuole stare al suo posto

giugno 30, 2012 Leone Grotti

Naglaa Ali Mahmoud, moglie di Mohamed Morsi, neoeletto presidente dell’Egitto, starà al fianco del marito ma «conscia dei suoi limiti». Primavera araba non significa emancipazione femminile.

A qualche donna senonooraquandista verrà l’orticaria a leggere certe dichiarazioni ma è solo perché non ha capito nulla di come funziona la Primavera araba, l’Egitto e la sua società. Naglaa Ali Mahmoud, moglie di Mohamed Morsi, neoeletto presidente dell’Egitto e fiero militante dei Fratelli Musulmani, non vuole saperne di vedersi affibbiare un titolo che potrebbe valorizzarne l’importanza e metterla al centro dell’attenzione. Naglaa è musulmana, porta il velo, sa stare al suo posto. Non solo, vuole stare al suo posto. Quindi le piace molto il titolo di moglie del presidente o Umm Ahmed, che significa madre di Ahmed, il suo figlio più grande. Tutto, ma First lady no. Non è solo troppo occidentale, è anche troppo importante.

Naglaa non è il tipo di donna emancipata che tanti speravano di vedere al fianco del primo presidente dell’Egitto eletto dopo la Primavera araba, che ha cacciato il dittatore Mubarak e messo il paese sulla strada della democrazia. Perché, rivoluzione o no, l’islam resta islam e i Fratelli Musulmani sono sufficientemente ortodossi da non transigere sul ruolo della donna. Che, del resto, non si fa nessun problema.

Molti ora si chiedono che cosa farà durante gli incontri ufficiali. Parteciperà a conferenze con o anche senza il marito? Si cambierà d’abito nelle occasioni formali? Stringerà le mani a sconosciuti senza rispettare il codice conservativo islamico che le vieterebbe di toccare l’altro sesso?

Si vedrà. Resta che Naglaa, la moglie del presidente, «è una vera donna egiziana, che affianca il marito con tutta la devozione richiesta» dice di lei Azza Al Gharf, ex avvocato dei Fratelli Musulmani. «Noi non vogliamo un’altra First lady per l’Egitto. Noi vogliamo una moglie che stia al fianco del marito, ma che sia conscia dei suoi limiti». Con buona pace di chi voleva a tutti i costi accomunare Primavera araba a emancipazione femminile.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

Si chiama Nolan N90-2 ed è l’apribile entry level di Nolan. Adatto sia all’utilizzo in città sia per un lungo viaggio, costa 269,99 euro

L'articolo Nolan N90-2, apribile entry level proviene da RED Live.

I fiori mai sbocciati dell’automobilismo mondiale No, loro non ce l’hanno fatta. Non sono riuscite ad arrivare in produzione, perse nei meandri delle logiche commerciali, del marketing, degli eventi globali o, semplicemente, dell’indecisione dei costruttori. Sono quelle centinaia di concept car – o prototipi che dir si voglia – realizzati in piccolissimi numeri, quando non […]

L'articolo Le auto che non sono mai nate proviene da RED Live.

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana