Google+

Morsi peggio di Mubarak: con lui più denunce per “insulti al presidente” che in 112 anni di storia

gennaio 21, 2013 Leone Grotti

Con Morsi ci sono state più denunce che in 112 anni di storia dell’Egitto. Peggio anche di Mubarak, che nei 30 anni di regime aveva aperto solo quattro casi.

Mohamed Morsi peggio di Hosni Mubarak, almeno per quanto riguarda i casi di giornalisti o scrittori denunciati per avere insultato il presidente. Sono i numeri raccolti dal Network arabo per i diritti umani a dirlo: nei primi 200 giorni di governo del presidente egiziano dei Fratelli Musulmani Morsi sono state denunciate ben 24 persone, nei 30 anni di dittatura di Mubarak ci sono stati “solo” quattro casi.

MORSI PEGGIO DI MUBARAK. La legge che condanna chi «insulta il re» è stata varata nel 1897: da allora al 2009, cioè in 112 anni, sono state denunciate 23 persone, mentre Morsi in soli 200 giorni ne ha fatte denunciare 24. In seconda posizione si colloca Re Farouk, l’ultimo re dell’Egitto prima della rivoluzione che restò al potere 16 anni e fece denunciare 7 persone.

“SUPER MORSI”. Il caso più eclatante è l’ultimo, riguardante il comico Bassem Youssef, denunciato per «avere minato la reputazione del presidente», crimine commesso durante una trasmissione televisiva in cui Youssef ha preso in giro Morsi in più di una puntata chiamandolo “Super Morsi” e parodiando i suoi discorsi pubblici, dopo che il presidente per fare approvare in fretta la Costituzione islamista aveva accentrato tutti i poteri dello Stato nelle sue mani, guadagnandosi a tutti gli effetti il nome di «dittatore» e «nuovo Faraone».

DEMOCRAZIA. Il rapporto ha rinnovato le critiche di molti avvocati per i diritti umani, che accusano Morsi di restringere la libertà di espressione. Forse, più che indicare l’effettiva minore libertà degli egiziani sotto Morsi e i Fratelli Musulmani, rispetto all’era Mubarak, il rapporto dell’Anhri indica l’attuale incapacità del presidente e dei Fratelli Musulmani di gestire il potere e di accettare un sistema democratico dove le critiche, anche poco gentili, possono essere espresse.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download