Google+

Monti pensa che «Bersani possa governare bene» e che Emma Bonino si meriti il Quirinale

febbraio 20, 2013 Redazione

Questa mattina il premier ha parlato di politica e possibili alleanze. Si è detto contrario alle adozioni gay, anche se «dobbiamo andare verso linee europee in tutti i campi»

Mario Monti è intervenuto questa mattina alla trasmissione Radio Anch’io. «Penso che Bersani – ha detto – possa governare molto bene, ma al di là dei ministeri che ha retto in passato, anche lui non è comprovato, e dovrà essere comprovato come presidente del consiglio. Bisognerà vedere se è nella condizione o no”. Poi ha specificato: «Di Bersani ho detto che non sappiamo come governerebbe, ove mai fosse presidente del consiglio. Penso che sarebbe capace di farlo, perché ha fatto bene il ministro dell’industria. Ma governare bene significa fare le cose che servono al Paese per avere più crescita ed equità”. “Credo – ha aggiunto – che il centrosinistra abbia quell’intenzione, ma sono anche convinto che quella coalizione, per la storia di alcune componenti, politiche e sindacali di riferimento, non lasci intravedere la capacità e forse nemmeno la volontà di prendere quelle misure che renderebbero davvero competitivo il Paese”. Per esempio, dice Monti, “la Cgil ha peso nelle politiche del Pd e io devo constatare che è l’unica sigla che non ha sottoscritto il patto sulla produttività”.

GRANDE COALIZIONE? Su possibili alleanze post-voto, il presidente del Consiglio ha detto che “per me sarebbe difficile lavorare con chi non vuole riforme su giustizia o anticorruzione”. Monti parteciperebbe a una grande coalizione? “Ogni tanto se ne parla, in Italia c’è stata negli ultimi 14 mesi ed è utile in momenti di emergenza. È difficile dirlo a priori. Come Scelta civica vorremmo governare con coloro che pur avendo orientamenti diversi su altri temi fossero però d’accordo nell’impegnarsi a fondo per aggredire tutte quelle barriere che impediscono all’economia italiana di diventare più dinamica e quindi più equa. Ci vorrebbe uno stato d’animo adatto, bisognerebbe dare più importanza ai problemi e meno agli interessi della propria parte politica”.

EMMA BONINO AL QUIRINALE. Parlando del Quirinale, Monti ha spiegato di non avere “la minima idea” se possa essere a sua portata: “In questa materia – ha detto – l’autovalutazione non è buon esercizio. Certo, non credo di aver fatto tutto il possibile per ingraziarmi quelli che parteciperanno all’elezione…”. Gli è stato proposto? “Proposto non è il termine esatto; tuttavia personalità molto autorevoli della politica nei ragionamenti con me valutavano questa ipotesi. Più d’uno”. Richiesto di fare un nome, Monti ha risposto: “Penso moltissimo bene di Emma Bonino che sarebbe una candidata, tra altre, molto molto buona. È una persona di cui ce ne vorrebbero di più”.

DIRITTI COPPIE GAY. Una sentenza della corte di Strasburgo ha dato il via libera all’adozione da parte delle coppie gay: “La mia sensibilità – ha detto il presidente del Consiglio – è diversa. Dobbiamo rafforzare i diritti delle coppie gay, andare fino all’adozione mi sembra una cosa forte. Dobbiamo però andare verso linee europee in tutti i campi”.
Monti ha anche detto si essere “per la concessione cittadinanza ai figli di immigrati nati in Italia. Non abbiamo potuto farlo nel governo di emergenza perché il Pdl non era favorevole. È opportuno sia per una questione di elementare diritto civile sia perché, sempre mantenendo il controllo sull’immigrazione illegale, è interesse dell’Italia favorire il ricambio sociale, demografico e culturale della nostra popolazione che va resa più dinamica. Io non ho nessuna esitazione”.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

6 Commenti

  1. Quercia scrive:

    o_0 Che dire??

    Ma mi chiedo, l’udc crede che i valori cristiani siano l’abbassamento dello spred, l’eliminazione dell’imu, l’abbassamento delle tasse, la riforma delle pensioni, il pareggio di bilancio??????
    Vorrei ricordare ai cd. polici cattolici (non solo udc) che i temi e i valori non negoziabili sono tutela della famiglia, tutela della vita dal concepimento alla fine naturale (quindi senza alcun omicidio stabilito da qualche giudice nè alcun accanimento terapeutico), tutela dei malati, dei poveri.Che per inciso erano i valori di tutti alla fine della 2′ guerra mondiale tanto che sono stati inseriti pesantemente nella costituzione dai nostri padri costituenti. E si dovrebbe fondare l’azione politica sui propri valori non negoziabili e poi si valuta tutto il resto.
    Quindi o si fa chiarezza su questi temi (quindi niente frasi tipo “lascio libertà di coscienza” e/o altre frasi “scivolose”) oppure si abbia l’onestà di dire “A me dei valori dei padri costituenti, ormai difesi solo da qualche scalcinato cattolico, non me ne frega un tubo. Per me l’importante è la piena libertà di ognuno, anche se si trasforma in puro egoismo e le manovre economiche liberiste o socialiste”.

  2. keynes scrive:

    Bersani possa governare bene,Bonino al Quirinale e magari Romano Prodi come Papa, caro prof di male in peggio!

    • giovanna scrive:

      A questo punto, ormai, cosa deve dire di più Monti per far capire che un voto dato a lui ( magari nemmeno lo vuole in Lombardia..) è un voto dato a Bersani? Non che non fosse già chiaro da subito, per chi voleva intendere.

  3. Francesco scrive:

    Sicuramente governerà meglio di SB che ha portato l’Italia alla rovina.
    Sui i PNN ricordo che SB si é espresso a favore dei matrimoni gay e su Eluana ha fatto una battaglia strumentale e di facciata.
    Mentre l’UDC é stata la sola ha chiedere un decreto mesi prima della morte di ql povera ragazza.

    Al di la delle parole contano i fatti che ci dicono chi é credibile e chi no.
    SB non é credibile. È un voto data a lui è un voto al populismo e al relativismo
    a quel punto é meglio votare Grillo é più simpatico e non farà così tanti danni come SB

  4. gianluca s scrive:

    Anche Monti, come tanti altri, snocciola la litania del “dobbiamo seguire le linee europee”. E chi difende ciò che rimane della sovranità nazionale – ormai minima – specie per le leggi in materia di famiglia e adozioni?
    Insomma, europei vuol dire sempre e solo “sudditi” di un’anonima burocrazia, per di piu’ condizionata dalla lobby omosessuale?
    In compenso “andare verso l’Europa” non significa mai, guarda caso, introdurre la fiscalità a favore delle famiglie con figli ( vedi Francia e Germania), nè la vera libertà di scelta educativa! In quasi tutte le nazioni europee il sistema scolastico è sia statale sia non statale, senza aggravi per le famiglie: si chiama libertà di scelta, senza discriminazioni economiche.
    Le vere discriminazioni sono quelle a carico della famiglia con figli!
    Altro che i capricci ideologici sulle adozioni. Per opporsi, cercasi qualche politico con gli attributi..

  5. gianluca s scrive:

    Monti bis: dopo l’Europa ( ma quale?) a cui adeguarsi supinamente, anche l’idea della Bonino al Quirinale.
    Mi auguro siano in molti a dire NO.
    NO all’esponente di spicco dei radicali, che tra aborto ed eutanasia hanno sempre a che fare con la morte, un po’ sciacalli un po’ avvoltoi. Al Quirinale, in rappresentanza del popolo italiano?

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana