Google+

Militari sovrappeso. I generali americani non fanno sconti sul peso

dicembre 12, 2012 Elisabetta Longo

Entro il 2017 il numero dei militari americani deve scendere da 570 mila a 490 mila. Il sovrappeso viene utilizzato come pretesto di licenziamento

Se sei americano e vuoi fare il soldato, prima di andare a fare il colloquio iniziale devi salire sulla bilancia e controllare il tuo peso, se non vuoi essere rimandato a casa. L’obesità e il sovrappeso è infatti il motivo principale per cui le nuove reclute dell’esercito degli Stati Uniti d’America vengono respinte.

TAGLI AL PERSONALE. 1625 soldati sono stati cacciati quest’anno, circa 15 volte di più rispetto al 2007. E tra il 1998 e il 2012 il personale impiegato nell’esercito fuoriforma è triplicato. Qui gli allenamenti alla Full Metal Jacket non servono, visto che nel 2010 86.186 soldati (il 5,30 per cento delle forze totali) sono stati diagnosticati in sovrappeso. I programmi di formazione delle truppe sono pertanto cambiati, e il carico di fitness quotidiano da affrontare aumenta. A questo si aggiunge anche il fatto che le alte cariche stiano subendo pressioni dal governo per effettuare tagli, pertanto chiunque abbia qualche etto in più rischia di essere messo da parte.

I SOLDATI SI LAMENTANO. Entro il 2017, le forze in servizio dovranno essere ridotte da 570 mila a 490 mila, per questo i comandanti hanno ricevuto gli ordini di non accondiscendere sul peso. Il generale Mark Hertling, in pensione, si è stupito quando ha scoperto che nel 2009, anno in cui c’è stato il picco molto alto di richieste di reclutamento, il 75 per cento dei potenziali candidati erano da scartare per il peso. Sui blog e nei forum, i soldati hanno cominciato a lamentarsi per questo ma non sembra poter esserci mediazione sull’indice di massa corporea di un militare.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana