Google+

Milano patrocina il Gay pride parade: soffia il vento nuovo di Pisapia

giugno 16, 2011 Daniele Guarneri

Con voto unanime la giunta di Giuliano Pisapia, neo eletto sindaco di Milano, ha scelto di patrocinare il Gay pride parade, al contrario di quanto avevano sempre fatto Albertini e la Moratti. In più, Majorino chiede che la sua delega «alla famiglia», diventi «alle famiglie», per non discriminare le coppie di fatto

È scattata ieri pomeriggio alle 16 l’era Giuliano Pisapia, il nuovo sindaco di Milano, con la prima seduta della giunta e il vento di cambiamento voluto e invocato dai milanesi ha soffiato subito con forza. La manifestazione per l’orgoglio omosessuale, Gay pride parade, che si terrà il 25 giugno a Milano sarà patrocinata dal Comune grazie al voto unanime (12/12) della giunta, composta anche da molti assessori in quota alla cattolicissima Rosy Bindi.

Così, dopo i rifiuti di Gabriele Albertini e Letizia Moratti, che non volevano che il logo del Comune comparisse sui vessilli della manifestazione gay, ecco la benedizione di Pisapia. «I cattolici sono ancora in festa?» è stato il commento polemico e sibillino di Carlo Masseroli, ex assessore allo Sviluppo del territorio.

Ma non è finita qui, perché il vento nuovo che soffiava impetuoso in giunta, ha sparigliato le carte anche dalle parti della famiglia. Tra le deleghe di Pierfrancesco Majorino, il tradizionale sostegno alla famiglia è diventato «alle famiglie». Una sottile differenza, ma il plurale apre alle coppie non tradizionali, alle unioni di fatto. Del resto, che cosa non si fa per rendere Milano più moderna, al passo coi tempi, aperta a tutto e a tutti, senza alcun tipo di discriminazione?

Presto, poi, sarà anche più verde. Si è parlato poco dei risultati dei referendum milanesi, ma se la giunta seguirà i “consigli” dei cittadini, la zona Ecopass sarà allargata fino alla circonvallazione esterna. Non di poco, dunque. In più, ci sarà un ticket fisso: 5 euro per qualunque tipo di macchina, a benzina o diesel, 10 euro per i furgoni. A tutti sarà richiesta sobrietà: a capo di gabinetto del sindaco, direttore generale e city manager verrà ridotto lo stipendio, mentre i cittadini che vorranno varcare con la propria auto i confini della nuova area Ecopass, dovranno pagare di più. Per una città più verde, più eco e più aperta. Ovviamente.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

5 Commenti

  1. 0549013128 scrive:

    Il comune di Milano “patrocinera'” anche l’Etero Pride, oppure lo permettera’ solo, o addirittura lo proibira’? Alvaro.

  2. Giuliano Galassi scrive:

    sarà contento il sig LISSONI e l’arcivescovo, sponsor di Pisapia. Spero che il gioioso corteo dei gay (in alcune regioni italiane, finocchi) passi sotto le finestre di Tettamanzi per ringraziarlo e chiedergli se si unisce a loro in segno di NON discriminazione. Che diamine !!, su questo pianeta non saranno mica tutti maschi e femmine, ma chi l’ha stabilito (ma sono gay maschi ?? e i gay femmine ??) Sarà giornata fatidica: tette di gomma o lattice, il pene camuffato da foglie di fico o sostituito da falli di gommalattice con vaschetta, preservativi gratis, mutandine hard e tutto quanto ti propone il social network su internet quando ti connetti per qualsiasi motivo, insomma una esplosione di creatività, di cultura, di umanità, di gioia che vengono a galla per le battaglie che la sinistra ha condotto per il progresso dell’umanità, assieme a quelle per l’aborto, per l’eutanasia, per il divorzio, per il no al nucleare, per l’acqua che non si deve pagare, per impedire il trattamento dei rifiuti, per boicottare aziende, fabbriche, leggi, ecc.. ecc.. ecc..

  3. gmtubini scrive:

    Per l’occasione il comune di Milano consiglia caldamente i propri cittadini di indossare solo mutande ecologiche in duralluminio riciclabile al 100%!

  4. Jurij scrive:

    Qualcuno informi Masseroli che non tutti i cattolici sono integralisti quanto i ciellini…

  5. gmtubini scrive:

    Caro Jurij (che si è scelto uno pseudonimo che da solo la dice lunga sulla sua effettiva appartenenza alla Chiesa Cattolica!), La informo che il Gay Pride è una faccenda un tantino diversa dalla processione aux flambeaux di Lourdes.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana