Google+

Messora, il comunicatore del M5S che sognava di «fare una cosetta a tre» con Carfagna, Prestigiacomo e Gelmini

febbraio 4, 2014 Redazione

«Ho fatto una cosetta a tre con la Carfagna, la Gelmini e la Prestigiacomo»: così si intitolava un post del grillino Claudio Messora pubblicato nel 2010, cancellato dall’autore ma rimasto su internet

messora-carfagna-prestigiacomo-gelmini«Ho fatto una cosetta a tre con la Carfagna, la Gelmini e la Prestigiacomo». Chi è il finissimo personaggio pubblico che l’11 luglio 2010 raccontava di “fare cosette” con le ministre in sogno in un post del suo blog? È Claudio Messora, capo della comunicazione al Senato del Movimento 5 Stelle, in questi giorni al centro della bufera per un tweet, poi cancellato, contro Laura Boldrini: “Cara Laura volevo tranquillizzarti… Anche se noi del blog di Grillo fossimo tutti dei potenziali stupratori… tu non corri nessun rischio!”.

claudio-messora-grilliniIL SOGNO. Ma Messora, come riporta il Foglio, non è nuovo alle “idee di stupro”. In un post pubblicato sul suo blog Byoblu, poi cancellato in parte ma rimasto disponibile nella cache di Google, come vuole la migliore democrazia web grillina affamata di trasparenza, scriveva di essersi addormentato e di aver sognato Mara Carfagna, Mariastella Gelmini e Stefania Prestigiacomo: «Mi trovavo sempre disteso sul letto ma ecco che insieme a me, in completo deshabillé, c’erano proprio loro: Mara, Stefania e Mariastella. Ovviamente in panni diversi da quelli abituali. Mi sono così chiesto quale ruolo, nel contesto onirico disegnato da un’impudente libido, avrei attribuito a ciascuna di loro».

LA FELLATIO. La risposta è imperdibile: «L’associazione immaginifica di Mara alla fellatio è stata automatica, grazie purtroppo alla marea di menzogne che su di lei sono state diffuse dalla solita sinistra che odia. Per Mariastella, invece, l’inconscio ha suggerito una elaborata legge del contrappasso. Si dice così tanto in giro che abbia sodomizzato la scuola che… Insomma, la simbologia onirica stupisce sempre per la sua crudezza».

messora-stuproLO STUPRO. Stefania invece «era un problema. La sua natura imprenditoriale le conferiva una qualità di penetrazione attiva, tipica dello stupro – lo stupro del territorio, lo stupro dell’ambiente  –, che francamente anche un super‐io dormiente come il mio si rifiutava in qualunque modo di subire. Poi, forse grazie all’emergere dell’associazione con la sua iniziativa legislativa sulla riduzione in schiavitù, ogni pezzo del mosaico ha improvvisamente trovato naturale collocazione: lei sarebbe stata la Mistress. Nessuna di loro tre ha voluto onorare la missionaria. Pazienza».

FATELO TUTTI. Infine, un consiglio ai suoi lettori: «Adesso stampa l’immagine che trovi in cima al post, sdraiati a letto fissandola intensamente, abbandonati tra le braccia di Morfeo e sperimenta anche tu l’allucinazione onirica o, a seconda della sensibilità istituzionale, l’incubo. Se ha funzionato e sei riuscito a sperimentare l’inebriante sensazione del sogno lucido, raccontaci come è andata».
Il fatto che il comunicatore del Movimento 5 Stelle non sappia contare (più che a tre, la “cosetta” era a quattro), a questo punto pare davvero la cosa meno grave.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

3 Commenti

  1. giovanna says:

    Io la capisco pure gente come Pikassopablo che alle ultime elezioni non faceva che postare “arrendetevi, siete circondati “con relative faccine , che sperava in questa novità grillina che avrebbe cambiato la politica, che avrebbe portato un vento nuovo nella socetà,pur non sapendo definire affatto in cosa sarebbe consistito questo cambiamento, e si ritrova ai vertici personaggi simili, direi evidentemente la maggior parte simili a questo tizio orribile, capisco che gente come Pikassopablo si vergogni a comparire , ma dai, non è sportivo sparire così ! 🙂

  2. Anonimo says:

    Ciò che più mi fa ridere che scrivono assurdità di ogni tipo e poi le cancellano ahahahahahah vera democrazia grillina XD ecco perché si vuole portare tutto sul web, con due click si cancella il misfatto. ahahahahahah

  3. ragnar says:

    Se l’ha fatto davvero tanto di cappello! Se ne intende, eh? Quasi al livello di Gianni Giudici e Cetto La Qualunque…

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

Seppur presentato nel 2016, il sistema di trazione integrale della Focus RS è tutt’oggi una soluzione ingegneristica avanzata ed è raro trovarne una descrizione chiara e completa. Siete sicuri di avere capito come funziona? Leggete per scoprirlo!

L'articolo Magia elettronica! La trazione integrale della Ford Focus RS proviene da RED Live.

In attesa della prova ecco le prime informazioni sul test che ci vedrà a Valencia in sella alla nuova Ducati Panigale V4

L'articolo Ducati Panigale V4 in attesa della prova proviene da RED Live.

Al volante della SUV “low cost” che migliora nei contenuti e nella guida mantenendo invariato il prezzo. Dacia ha vinto di nuovo la scommessa e ora offre una Duster più appetibile che mai

L'articolo Prova Dacia Duster 2018 proviene da RED Live.

Al Motor Bike Expo di Verona, dal 18 al 21 gennaio, Metzeler si presenta con una limited edition del suo pneumatico più custom: si chiama Metzeler ME 888 Marathon Ultra Orangewall

L'articolo Metzeler ME 888 Marathon Ultra Orangewall: più colore al custom proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download