Google+

Meriam: «Sono preoccupata per mio figlio Martin. Potrà stare con me solo fino ai due anni». Poi rischia l’orfanotrofio

giugno 10, 2014 Redazione

La donna sudanese condannata a morte per presunta apostasia l’ha fatto sapere ad Avvenire attraverso l’avvocato. Secondo la sharia, infatti, è un figlio nato da nozze illegittime

meriam-ibrahim-sudan-maya-martin«Sono preoccupata per mio figlio Martin: potrà stare con me solo fino al compimento dei due anni di vita». Dichiara così  ad Avvenire Meriam Ibrahim, la cristiana condannata a morte in Sudan per presunta apostasia e a 100 frustate per adulterio, che si trova in carcere dal 17 febbraio scorso con il figlio Martin e la piccola Maya, partorita in cella lo scorso 27 maggio.

RISCHIO ORFANOTROFIO. La donna ha aggiunto attraverso il suo avvocato Mohamed Elnour: «Tra meno di quattro mesi le cose potrebbero cambiare in peggio». I giudici hanno condannato Meriam per essersi convertita al cristianesimo dall’islam in base alle accuse del “fratello”, nonostante la donna non sia mai stata musulmana, e hanno annullato le nozze con il cristiano Daniel Wani. Secondo la sharia infatti un matrimonio tra una musulmana e un cristiano è illegittimo.
Di conseguenza, «Martin è considerato figlio illegittimo. [Quando compirà due anni] potrebbe essere affidato alla mia famiglia, se avessi qui qualche parente. Ma io ho solo Daniel, e a lui il bambino non verrà mai affidato. Martin rischia di essere mandato in una sorta di orfanotrofio».

NIENTE FRUSTATE. La speranza è che la Corte di appello modifichi la sentenza di condanna a morte in favore di Meriam entro quattro mesi. «La Corte d’appello ha iniziato a rivedere il caso la scorsa settimana – fa sapere l’avvocato – ma non abbiamo ancora indicazioni sui tempi di inizio del nuovo processo». Una buona notizia è che le 100 frustate, al contrario di quanto precedentemente affermato, non saranno inflitte alla donna prima che si esprimano tutti i gradi di giudizio.

FESTA IN CARCERE. Ieri, intanto, nel carcere di Omdurman dove è rinchiusa la donna si è festeggiata la nascita della piccola Maya. Il marito Daniel ha voluto celebrare l’evento «portando due pecore e si è festeggiato mangiandone la carne, con un evento tipico da queste parti. Si è trattato di un momento di allegria anche per Meriam, a dispetto delle difficili condizioni in cui è costretta da questa situazione».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. domenico b. says:

    L’islam sempre più mostra la sua faccia violenta e negativa. I nostri pensatori politicamente corretti gli corrono dietro come pecoroni, anche quelli che fanno il pride non si rendono conto di essere utili idioti degli sceicchi, che li usano per distruggere I nostri valori.
    Grazie comunque sempre a Meriam per la sua testimonianza, e al marito che sta facendo di tutto per salvarla e per mostrare al mondo la “bellezza” dell’islam

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

La coupé dei quattro anelli festeggia il compleanno con un restyling lieve, che porta in dote più potenza e una dotazione arricchita

L'articolo Audi TT 2018, il restyling per i 20 anni proviene da RED Live.

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.