Google+

Marò, l’India userà la legge antipirateria senza chiedere la pena di morte

febbraio 7, 2014 Chiara Rizzo

Ad anticipare la decisione che il governo indiano avrebbe preso sono i quotidiani locali. Ieri De Mistura aveva precisato: «L’Italia non lo accetterà, contestiamo la legge antiterrorismo per Latorre e Girone»

La notizia non è ancora ufficiale ed è stata pubblicata dalla stampa indiana, ma è realisticamente credibile: il governo indiano avrebbe risolto il nodo sui marò Salvatore Girone e Massimiliano Latorre. Secondo quanto pubblicato dai quotidiani indiani alla fine il procuratore generale sarebbe riuscito a convincere tutti i ministri con la proposta di usare il Sua Act, la legge antipirateria che è l’unica che darebbe all’India la possibilità di giudicare su un fatto accaduto in acque internazionali, ma senza usare per i due italiani l’articolo che prevede la condanna alla pena capitale.

L’ITALIA NON CI STA. Oggi l’inviato del governo italiano per la vicenda a New Delhi, Staffan de Mistura si è rifiutato di commentare la notizia: «Non reagiamo come in passato a notizie non ufficiali pubblicate sulla stampa» ha dichiarato all’Ansa, anticipando che «il governo italiano farà sapere la sua posizione durante e dopo l’udienza di lunedì». Dal momento tuttavia che l’ipotesi del Sua act depurato dalla pena capitale era già circolata nei giorni passati, si ricorda che de Mistura in un’intervista di ieri all’Ansa aveva già spiegato: «C’è l’ipotesi che il procuratore generale indiano proponga una formula diversa in cui compare il Sua, ma senza la pena di morte, nella speranza di ottenere un allentamento della pressione internazionale. Ma anche questa soluzione per noi è inaccettabile perchè noi contestiamo l’applicazione della legge anti terrorismo». Posizione sottolineata anche dalla parole di ieri del ministro degli Esteri Emma Bonino: «I marò non sono né terroristi, né pirati».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana