Google+

Marcia indietro del premier inglese Cameron, la lotta al fumo è un problema secondario

maggio 3, 2013 Elisabetta Longo

Rimandato l’esperimento dei pacchetti di sigarette senza marchio, meglio concentrarsi sulla crescita economica. E piovono le critiche: «Ha ceduto alle lobby del tabacco»

In Gran Bretagna non sanno ancora bene come affrontare la loro guerra contro il fumo. Lo scorso marzo in Parlamento si era cominciato a discutere della possibilità di mettere in commercio solo pacchetti di sigarette anonimi. Senza marca, colore o logo, solo una confezione grigia asettica per scoraggiare i nuovi potenziali fumatori, attratti dalla bellezza di certi packaging. Ora il premier David Cameron fa retromarcia, dichiarando che per il momento i pacchetti rimarranno così come sono. Non è questo il momento per parlare di fumo, il primo ministro inglese preferisce concentrarsi su crescita economica, lotta all’immigrazione e riforma del welfare.

SIGARETTE ANONIME. I pacchetti di sigarette anonimi sono già stati adottati dall’Australia ma dalle parti di Downing Street preferiscono aspettare i risultati dell’esperimento nella terra dei canguri per decidere il da farsi. Un atteggiamento che non è piaciuto ad alcune associazioni impegnate nella lotta contro il fumo: «Dire che il miglioramento della salute pubblica non è più una priorità per il governo è veramente scioccante” ha dichiarato un esponente dell’Action on Smoking. Il ministro della Salute, Diane Abbot, ha addirittura accusato Cameron di avere ceduto alle pressioni delle lobby del tabacco: «Deve spiegare perché sta mettendo da parte una questione tanto importante come questa». Sarah Woolnough, di Cancer Research, chiarisce l’importanza dell’introduzione di pacchetti senza logo né appeal sul mercato: «Certo non indurranno a smettere di fumare chi già fa uso di sigarette, ma darebbero ai bambini una ragione in meno per iniziare». Per il momento, però, l’esperimento è da rimandare.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.