Google+

Malinconia preventiva per la mancata convocazione di Cassano al Mondiale

marzo 23, 2014 Fred Perri

Antonio fa cose impossibili ad altri. Ma un campione si giudica da altri particolari. Una carriera fatta da discese poco ardite e continue risalite. Ma al Mondiale anche questa volta non ci sarà

Ogni volta che sento parlare di Antonio Cassano mi viene in mente quel passo dei Salmi che dice: «Non mi sono seduto tra le brigate dei buontemponi». Cassano è un grande giocatore. Un dirigente che l’ha avuto a bottega mi ha spiegato che è l’unico calciatore che ha la vista dall’alto sul campo. Cassano gioca come se stesse in tribuna e vede tutto, per questo fa aperture, assist, gol che sono impossibili per altri. Bravo. Ma non è un campione. Un campione si giudica da altri particolari, come direbbe un profeta contemporaneo. Un campione non fa show, le sue battute sono limitate, il suo repertorio comico non si avventura oltre certi recinti, il suo rispetto per il prossimo e per i compagni è fondamentale componente per fare gruppo. La carriera di Fantantonio è stata un’eterna altalena, su giù, su giù. Le discese poco ardite e le risalite.

Perché sto parlando di lui? Perché siamo di nuovo a discutere della sua convocazione al Mondiale. Dopo essere stato allontanato da Milan e Inter (dalla prima se n’è andato scaricando su Galliani, dalla seconda su Mazzarri), sta facendo un grande campionato nel Parma. Per cui arieccolo. Ma questa volta Prandelli non lo porterà. Già deve imbarcare sull’aereo Balotelli, Cassano no. E poi i compagni azzurri, questa volta non lo vogliono. Però, che malinconia. Avevamo grandi attaccanti, ora l’unico che si propone come punta è questo Matteo Renzi.

 

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.