Google+

Magnaschi (ItaliaOggi): «La maggioranza resta il male minore» – Rassegna stampa/2

giugno 20, 2011 Redazione

Pierluigi Magnaschi commenta a Tempi il raduno della Lega a Pontida: «Le riforme annunciate da Bossi a Pontida sono vaghe e senza indicazione di tempi. Pura demagogia. Ma la Lega resta con Berlusconi, ecco la notizia. La maggioranza è messa male ma è il male minore perché l’opposizione è messa peggio»

Pierluigi Magnaschi, direttore di Italia Oggi, ha commentato a Tempi il discorso di Umberto Bossi a Pontida: «Bossi non molla Berlusconi e tiene in piedi il governo, questa è l’unica notizia. Le riforme sono solo un modo per prendere tempo. La maggioranza si trascinerà stanca fino alla fine. E’ in difficoltà ma l’opposizione è messa peggio. E’ il male minore».

Qual è la cosa più importante uscita dal raduno di Pontida tra le tante cose che ha dichiarato Umberto Bossi?
Bossi non molla Berlusconi, resta insieme al governo e ribadisce la sua centralità all’interno della Lega. In più, si è molto rafforzata l’immagine di Roberto Maroni come interlocutore di Bossi dentro la Lega.

E le riforme invocate a gran voce?
Sono un modo per prendere tempo. Bossi ha parlato, ad esempio, della riforma fiscale in modo molto vago mentre Tremonti alla Confcommercio è andato più avanti. Tutti vogliono la riforma tributaria ma il problema è come la vogliono. E’ chiaro che a Pontida non si fanno discorsi tecnici, si richiama la base e si rinnovano gli affetti. Però le proposte sono state fumose. Il trasferimento dei ministeri poi è davvero improbabile. Bossi non ha neanche indicato dei tempi, mentre si è dilungato a dare ragione ai Cobas del latte che vogliono contravvenire a regole europee.

Bossi vuole prendere i soldi per la riforma fiscale togliendoli alle missioni all’estero. E’ una proposta credibile?
Pura demagogia. In Afghanistan l’Italia ha un ruolo importante e l’intervento è del tutto legittimo perché gli Usa sono stati attaccati da una forza che ha la sua base in Afghanistan ed è automatico che la Nato intervenga. La Libia invece non si sa perché ci siamo, nessuno ci ha aggredito. Gli Usa combattono controvoglia. Adesso è tardi per ritirarsi ma avrebbe una sua logica. Abbiamo preso le parti di una fazione in una guerra civile e non si capisce perché la sinistra, che è tanto contraria alla guerra, questa volta non dica una parola.

Se è improbabile che le riforme invocate dalla Lega vengano attuate, non sarebbe meglio se il governo si dimettesse?
La situazione è sicuramente difficile per la maggioranza dopo le sberle che ha preso. Inoltre non prende provvedimenti per invertire la rotta: Tremonti parla di riforma tributaria da 11 anni. Quand’è che la vuol fare? Io sono d’accordo con la riforma della giustizia ma non ho ancora visto niente, solo parole. Il governo si trascina stanco a fine legislatura e alle elezioni prenderà una bella botta. L’opposizione però è messa ancora peggio, il Pd è diviso e in città come Napoli e Milano non comandano uomini del partito. Finché bisogna solo dire che Berlusconi è cattivo sono tutti d’accordo ma quando bisogna fare un programma poi le divisioni emergono. Quindi, il governo è deludente ma resta il male minore.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. 0549013128 scrive:

    Questo governo rabberciato, chiacchierone, e nulla facente non solo e’ il male minore ma e’ l’unico male che l’attuale Italia potrebbe sopportare. Con questi politicanti e non politici, con un presidente del consiglio ormai impegnato solo “pro domo sua”, con un baraccone statale da mettere paura stiamo ancora, non riesco pero’ a immaginare per quanto, a resistere sull’orlo del precipizio. Proviamo a immaginare un diverso governo chiaramente di sinistra; presidente del consiglio, Vendola, checche’ ne dica D’Alema in questo momento e’ il favorito, questo non riesce a gestire la Puglia figuriamoci l’Italia, ministro della giustizia, Di Pietro o De Magistris, questi potrebbero anche mettere in galera se stessi, salvo poi chiedersi scusa da soli, ministro degli interni uno dei due di cui sopra, provate a immaginare che succederebbe, come minimo un carabiniere, un poliziotto, e un militare ad ogni angolo di strada, ministro del lavoro, un acquisto dalla Fiom, Landini, poi la fine della Grecia sarebbe garantita nelle 24 ore. E cosi’ potremmo continuare per un po’, come siamo messi male, come ci stiamo tagliando le……. per non fare l’amore con l’Italia. Alvaro.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana