Google+

Macabro ritrovamento a Firenze, è paura serial killer

maggio 5, 2014 Chiara Rizzo

Il corpo di una giovane rumena è stata trovato sull’A1: la donna era stata violentata, poi “crocifissa” ad un cavalcavia e lasciata morire. Un caso analogo nella stessa zona un anno fa. Si segue la pista di uno stupratore seriale

Il corpo di una donna è stato ritrovato nudo e legato ad una sbarra di un cavalcavia sull’A1, nei pressi di Firenze, crocifisso. Una scoperta agghiacciante che ha diffuso la paura di un serial killer nella zona, perché ha ritrovato un analogo ritrovamento nella stessa zona e con identiche modalità di un’altra donna, un anno fa.

IL RITROVAMENTO. La donna è stata ritrovata stamattina da un testimone su cui gli inquirenti mantengono ancora il riserbo. Non si conosce l’identità della vittima, si sa solo che è una ragazza di 26 anni, rumena, probabilmente una prostituta, che prima di essere stata legata con le braccia spalancate ad una sbarra di metallo, è stata seviziata, e costretta a mettersi in ginocchio a terra. Poi è stata lasciata morire sul cavalcavia che si trova alle porte di Firenze, nel piccolo comune di Ugnano. La donna dovrebbe essere morta intorno alla mezzanotte: nella zona ci sono anche alcune abitazioni e stamane, un uomo che passava sulla strada in bicicletta ha dato per primo l’allarme. Le indagini sono state affidate al pm Paolo Canessa, il magistrato che si è occupato in passato del mostro di Firenze.

IL PRECEDENTE. A marzo del 2013 un’altra ragazza venne trovata e soccorsa da passanti dopo che era stata legata, nuda, anche lei ad una sbarra. La donna, una prostituta, in quel caso si è salvata: e ha denunciato che ad aggredirla, sulla stessa via di Ugnano, era stato un cliente, che l’aveva violentata e derubata della borsa. In queste ore, emerge che ci sarebbero stati altri due fatti che ricalcherebbero questo modus operandi, avvenuti di recente. In queste prime ore dal ritrovamento però, gli inquirenti hanno escluso «un fine simbolico» nel modo in cui la donna è stata legata, e la “crocifissione” sarebbe un aspetto più casuale, anche se l’ipotesi più plausibile sarebbe proprio quella di uno stupratore seriale.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

L’abito non fa il monaco. Mai affermazione fu più vera, specie nel caso della concept Infiniti Prototype 9, presentata in occasione del Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, e forte di una linea ispirata alle monoposto degli Anni ’30 e ’40. L’aspetto, come accennato, non deve però trarre in inganno: il “cuore” è decisamente […]

L'articolo Infiniti Prototype 9: sotto mentite spoglie proviene da RED Live.

Il Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, rappresenta da sempre un evento speciale per la BMW. La Casa di Monaco è infatti solita stupire presentando delle concept che anticipano modelli pressoché pronti a entrare in produzione. Quest’anno tocca a una delle roadster più affascinanti mai realizzate, oltre che una delle vetture più “anziane” della […]

L'articolo BMW Z4 Concept: una linea da urlo proviene da RED Live.

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana