Google+

Ma la Coalizione nazionale siriana rappresenta ancora qualcuno? Altre 66 brigate si staccano

ottobre 17, 2013 Leone Grotti

Dopo Al Qaeda e le 50 armate che si sono riunite nell’Esercito dell’islam, altre 66 abbandonano i rappresentanti dei ribelli, che il 23 novembre dovrebbero andare a trattare alla conferenza di pace Ginevra II

I ribelli che combattono contro il regime di Bashar Al Assad in Siria sono sempre più divisi e aumentano i gruppi che non si sentono rappresentati dalla Coalizione nazionale siriana (Cns), appoggiata dai governi occidentali. Ieri altre 66 brigate armate che operano nel sud della Siria hanno annunciato di non riconoscersi più nel Cns.

«NON CI RAPPRESENTATE PIÙ». «Visto il fallimento di gruppi politici che pretendono di rappresentare l’opposizione e i gruppi rivoluzionari, noi leader militari delle province meridionali non ci riconosciamo più in nessun gruppo politico. La Coalizione e la sua leadership non ci rappresenta più», hanno detto i portavoce dei ribelli in un videomessaggio. La delusione delle armate ribelli deriva dall’incapacità del Cns di fornire armi e aiuti umanitari ai combattenti.

ESERCITO DELL’ISLAM. La Coalizione perde così un altro pezzo. Già minata nella sua capacità di incidere dai continui attacchi all’Esercito libero siriano da parte dei gruppi legati ad Al Qaeda, Stato islamico dell’Iraq e del Levante e Jabhat Al Nusra, il 29 settembre scorso la Coalizione è stata rigettata anche da 50 potenti gruppi armati siriani, che si sono riuniti nell’Esercito dell’islam.

RIBELLI DIVISI. Il Cns vorrebbe un futuro democratico per la Siria, ma la maggior parte dei combattenti sul campo sono islamisti e sperano che il paese diventi un Califfato islamico. Anche per questo, oltre che per i maggiori rifornimenti di armi, molte brigate si sono separate dalla Coalizione per unirsi alla formazione salafita finanziata dall’Arabia Saudita o ai qaedisti, sempre ben equipaggiati e molto attivi sul campo.

CHI RAPPRESENTA L’OPPOSIZIONE? Gli ultimi avvenimenti sono riusciti anche ad oscurare l’annuncio da parte del vicepremier siriano Qadri Jamil che la tanto attesa conferenza di pace “Ginevra II” si terrà i prossimi 23 e 24 novembre. Sembra che alcuni rappresentanti dei ribelli saranno convinti a partecipare. Ma la domanda che nasce è: chi rappresenta ormai in Siria la Coalizione nazionale siriana? Anche qualora trovasse un accordo con Assad per un governo di unità nazionale, i guerriglieri di Al Qaeda e gli islamisti deporrebbero le armi? Molto difficile.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. marzio says:

    Forza Assad!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Banco alimentare

Tempi Motori – a cura di Red Live

La SUV francese monta un nuovo turbo a benzina, capace di 300 Nm a 1.900 giri e di un consumo medio dichiarato di 5,9 l/100 km. Perfetto per i mercati di tutto il mondo

L'articolo DS 7 Crossback Puretech, 225 cv per il benzina top di gamma proviene da RED Live.

Molti avrebbero voluto vedere una Foxy con ruote da 29″, così da renderla più versatile ed esasperarne la capacità di tritare tutto ciò che le passa sotto, sia in salita sia in discesa. Detto, fatto. La Foxy Carbon 29 è arrivata, ma sbaglia che pensa che ci sia stato solo un banale cambio ruote perché […]

L'articolo Mondraker Foxy Carbon 29 m.y. 2018 proviene da RED Live.

   LIVE    Della più recente generazione di MINI Countryman abbiamo parlato con la prova della Cooper SD e della Cooper S E. Ora è il momento di guidare la MINI Countryman Cooper S, una versione indubbiamente ricca di fascino, che monta il quattro cilindri in linea di 2 litri, accreditato di 192 cv di potenza e […]

L'articolo Prova MINI Countryman Cooper S proviene da RED Live.

La gamma Renault si rinnova e si semplifica; meno allestimenti ma più ricchi e tecnologici.

L'articolo Renault Megane, arrivano tre nuovi allestimenti proviene da RED Live.

Esemplare unico, s'ispira non solo alla leggendaria F40 ma anche all'iconica 308 GTB. Ha già girato con il suo nuovo proprietario a Fiorano ma il debutto ufficiale in società è previsto a Villa d'Este

L'articolo Ferrari SP38, la one-off su base 488 GTB proviene da RED Live.