Google+

Lupi lancia un appello al dialogo ai cattolici: «Il cristianesimo non è una proposta di nicchia»

gennaio 9, 2013 Redazione

Su Avvenire il deputato del Pdl dice che «c’è bisogno di dialogo per ricostruire insieme. Su tutti i temi, e anche su quelli etici»

Oggi su Avvenire compare un’intervista a Maurizio Lupi in cui il deputato del Pdl lancia un appello ai cattolici del Pdl, del Pd e del centro con Monti perché, dopo la campagna elettorale, si continui a dialogare su libertà, sussidiarietà, famiglia, impresa e scuola. «Abbiamo davanti una stagione nuova – dice Lupi. C’è bisogno di dialogo per ricostruire insieme. Su tutti i temi, e anche su quelli etici. Finita la campagna elettorale, evitiamo di issare gli stendardi e apriamo un confronto ragionevole mettendo al centro l’inviolabile dignità della persona, principio che i cattolici non difendono per loro stessi ma per il bene del Paese intero, come intuirono i padri costituenti».

LINEA DI DEMARCAZIONE. Lupi spiega di «aver sposato e continuo a sposare il Pdl perché persone di diversa provenienza si sono ritrovate su alcuni valori fondanti. Le libertà, la sussidiarietà, la famiglia, l’impresa, l’educazione», e che questo non sarà di ostacolo al dialogo. E ribattendo alla preoccupazione – dopo le uscite di Berlusconi, Bondi e Galan – che il Pdl si discosti sui temi etici dalla linea tradizionale, ribatte: «C’è sempre stata una netta linea di demarcazione. Una cosa sono i singoli diritti che spettano a ogni singolo uomo a prescindere dagli orientamenti religiosi, politici, culturali e sessuali. Altro è minare i valori non negoziabili. E dovrebbero esserli per qualsiasi credente in qualsiasi partito militi. Anche nel Pd…».

CACCIA AL CATTOLICO. Lupi dice essere sbagliato “fare la caccia al cattolico”: «le formazioni politiche non sono la composizione di un puzzle: la tessera della bioetica, quella del alvoro, un po’ di diritti civili… E il tema spesso eluso è un altro: il programma cui si aderisce corrisponde alla ragione per cui un cattolico decide di fare politica? Io, nel Pdl, ritrovo questa coerenza tra le mie opzioni fondamentali e la linea del partito». programma, chiosa in cui «al primo punto c’è la famiglia come perno della società che lo Stato deve servire e non svuotare di risorse e valori». «L’errore che non dobbiamo compiere – conclude –, nel Pdl ma anche nel Pd e nel centro, è di chiudere i cattolici in una nicchia tipo “loro sono gli esperti dei temi etici”. Niente di più sbagliato. Il nostro compito è portare una visione integrale dell’uomo e della società, incidere sulle piattaforme economiche e sociali partendo dalle grandi questioni educative e morali su cui poggiano. Il cristianesimo non è una proposta di nicchia».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

13 Commenti

  1. antonio says:

    Discorso perfetto quello di Lupi se fosse stato fatto giusto un anno fa.
    Cosa hanno invece fatto i cattolici in politica e non ( io compreso) in quest’utimo anno per essere una presenza riconoscibile e fare una proposta non “di nicchia” ?
    Dov’è finito tutto lo “schiantante” e mirabolante lavoro fatto dal fantasmagorico “intergruppo sulla sussidiarietà” ?
    A cosa sono serviti incontri, convegni, forum, tavole rotonde e quadrate per continuare a ridirsi concetti e slogan che, evidentemente, hanno poi scarsa incidenza sulla realtà?
    E dire che, per esempio, solo attingendo all’esperienza di Regione Lombardia altro che proposta non “di nicchia” si sarebbe potuta fare…ma non siamo, purtroppo, neanche capaci di difendere e valorizzare le poche cose buone che riusciamo, per Grazia di Dio, a fare.

  2. mio says:

    Eh povero Lupi, che s’à da fà pè campà.
    Campare bene, naturalmente, mica come uno che si deve guadagnare la pagnotta tutti i santi giorni.
    Quando sembrava che il Cav fosse spacciato, ci ha provato con Monti, ma quello è una persona seria, mica ci sta ad accogliere tutti.
    E allora, rieccolo, dopo la breve e infruttuosa comparsata filomontiana, ritornare dal sempre accogliente Silvio. In fondo, basta non criticarlo mai.
    Magari l’ aria che tira non sarà delle migliori, poi c’ è la concorrenza di Formigoni che, per abbandonare Albertini si è accontentato, vedete quant’è generoso, di un posto da Senatore.
    Bè, naturalmente, fino ai prossimi sondaggi. Se saranno catastrofici per il PDL, si potrà tentare da qualche altra parte.
    In fin dei conti, i veri valori non negoziabili sono sempre quelli: il potere, il potere, il potere.

  3. luigi lupo says:

    Tra i valori fondamentali citati da Lupi c’è la famiglia e quindi quale scelta migliore del PDL. Dove lo trovi un’altro leader con due famiglie (terza in arrivo)? Chi ha maggiore esperienza in merito?.
    Bersani e Monti sono fuori gioco, hanno una sola famiglia, qualche aiuto può arrivare da Fini (due), Casini(due), Di Pietro (due), Bossi (due).

    Su di un’altro valore, la libertà, che spieghi cosa trova nel PDL che negli altri partiti non c’è. Penso che il PDL sia il peggior esempio di libertà, basta vedere in che modo è stato “scelto” il leader, hanno praticamente quello che ha messo i soldi per fondarlo. Certo se si cerca un partito che appoggi la libertà di licenziare, anche senza giusta causa, la scelta in questo caso è giusta .

    Lupi perchè non dice chiaramente che il PDL è l’unico partito che gli offerto un posto in parlamento?

    La mia opinione personale è che lui a Monti si è offerto ma da quelle parti non l’hanno voluto.

    • GIOVANNA says:

      E non vogliamo nemmeno accennare al fondamentale caso Ruby ! 🙂

      • giovanna says:

        Scusate, per la commozione che mi provoca quella faccenda determinante per l’Italia, mi sono sbagliata a scrivere.
        Volevo dire: E non vogliamo nenneno accennare al fondamentale caso Ruby? 🙂

        • andrea says:

          e non vogliamo nemmeno accennare che il padrone del PDL ha aperto alle coppie gay?

          http://www.ilgiornale.it/news/interni/cav-apre-ai-matrimoni-gay-e-fa-scoppiare-acceso-dibattito-872127.html

          principi non negoziabili? naturalmente Tempi su questa uscita del Berlusca ha fatto finta di niente.

          • giovanna says:

            Caro Andrea, il minimo non negoziabile è che almeno uno legga gli articoli che segnala !

        • luigi lupo says:

          E’ inutile che risponda alle mie opinioni per due motivi.

          uno, lei è una persona bugiarda che fa dire a chi scrive cose non dette.

          due. lei è priva di argomenti e quindi faccia una cosa saggia risponda a tutti ma non a me che con i maleducati non parlo.

          Si è dimenticata di dire che sono triste. Unica cosa che sa dire a me e a chi scrive cose che non le vanno.

          Nel caso fosse rattristata che non abbia detto nulla su Ruby, sappia che ogni tanto, nel commentare le solite contraddizioni del suo beniamino, marito, amante, datore di lavoro o qualsiasi cosa rappresenti per lei l’onorevole Lupi, che non mancherò di ricordarlo.

          • luigi lupo says:

            Preciso che il commento precedente è indirizzato alla bugiarda Giovanna.

          • giovanna says:

            Eh, questi campioni dell’insulto e della calunnnia, che non sanno accettare una battutina!
            ( poi, io commentare le sue opinioni?quali opinioni? )

  4. Enrico says:

    Molto bene. Tempi it è seguito attivamente anche da voci “libere” dall’ottusità cattolica e integralista. Mi sembra un buon segno.
    Lupi, non ti fermare che vai bene e buon lavoro. Fatti valere.

    • luigi lupo says:

      Molto bene vedere che degli ottusi cattolici e integralisti leggono i commenti “liberi”.
      Non si preoccupi che l’onorevole Lupi si è fatto valere e sarà rieletto in parlamento dove potrà continuare la sua principale attività che è quella di organizzare viaggi in terrasanta per i parlamentari. Non mancherà, comunque, di essere a disposizione su altri voti che confermino di chi era parente Ruby.

  5. Michele says:

    Provi Lupi a fornire una ragione valida e sufficiente a votare il Cavaliere redivivo. Posti di lavoro aumentati? Tasse ridotte? Pensioni meno generose per i garantiti e meno carichi sui giovani? Agenda etica? Prevenzione del gioco d’azzardo? Contrasto alla malagiustizia? (Beh a parte i casi personali) Contrasto alle rendite di posizione? Potenziamento dell’antitrust?
    Purtroppo il Cavaliere e’ tramontato ma pare che voglia trascinare nell’oblio anche la sua gente. Anche Lupi potrebbe concordare che c’e’ una alternativa al suicidio, tornare a combattere. Certo, combatte bene chi sa che puo’ anche perdere ma ha una ambizione, almeno ci prova, a vincere. Chi ha da difendere si accomoda e si allinea. E inizia a contrattare coi probabili vincitori. Peccato …

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download