Google+

L’on. Massimo Polledri (Lega) a Radio Tempi: «Ecco perché ho votato no all’arresto di Milanese»

settembre 23, 2011 Redazione

Per parlare di stretta attualità politica è intervenuto a Radio Tempi il parlamentare Massimo Polledri (Lega Nord). L’onorevole ha spiegato le ragioni del suo no all’arresto di Milanese, ha espresso le sue perplessità sullo stato della giustizia italiana e ha rassicurato i suoi elettori: «Nella Lega nessun malumore»

Ospite de Gli spari sopra, l’onorevole Massimo Polledri. Con il parlamentare della Lega Nord si è parlato della stretta attualità politica. Polledri ha dichiarato di aver votato no all’arresto di Milanese e di averlo fatto con convinzione perché: «una persona deve andare in galera quando viene giudicata colpevole da un tribunale. E poi certo, c’è anche un motivo politico dietro al mio voto. Non mi sarei mai perdonato di vedere tornare al potere Bersani e soci, non possiamo permetterci di lasciare l’Italia in mano a timonieri di sinistra, sopratutto in un momento così difficile».

 

Riguardo al problema della giustizia, più che mai sentito e attuale, l’onorevole ammette qualche errore di troppo da parte della maggioranza, rea di non essere stata in grado di dare corpo a una riforma complessiva, di cui l’Italia necessita da tempo: «il processo lungo, quello corto, quello medio hanno solo creato scontento tra i giudici. E’ mancata la giusta determinazione e forse il premier non è stato consigliato al meglio dai suoi avvocati». In ultimo, una battuta sui presunti malumori all’interno della Lega. Per Polledri non c’è nulla di preoccupante all’interno del partito e Bossi è «una persona a cui tutta la Lega vuole bene. Un po’ di discussione c’è, certo, ma l’idea di una divisione interna è stata montata ad arte dai giornali».

 

Ascolta l’intervista integrale

 

[podcast pid=19/]

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana