Google+

Lombardia, Veneto, Emilia-Romagna. Pagano più tasse di tutti e ricevono meno degli altri

febbraio 1, 2013 Redazione

I cittadini del nordest versano tasse sopra la media; quando si tratta di ricevere, al di sotto. Pagano fino a 1.553 euro l’anno e ne ricevono al massimo 1.555. In Sicilia si paga 880 euro e se ne ricevono 2.595

«Pagano più tasse locali di tutti e ricevono meno degli altri». Sono i cittadini del nord-est. Lo Stato italiano non premia le regioni virtuose, scrive Italia Oggi. Quando si tratta di pagare, i cittadini di Lombardia, Emilia-Romagna e Veneto, versano «da 1.300 a 1.553 euro l’anno pro capite in tasse», a fronte di una media nazionale di 1.230 euro. Quando si tratta, invece, di ricevere dallo Stato, «le tre regioni con l’economia più dinamica del paese, dove risiede il 32 per cento delle imprese attive e si genera il 39 per cento del Pil» arrivano a un massimo di 1.555 euro a cittadino, a fronte di una media nazionale di ben 1.972 euro.

IL PATTO DI STABILITÀ. I ritardi sul federalismo regionale hanno contribuito a mantenere una situazione dove lo Stato sfavorisce le regioni più efficienti. Per esempio, in Sicilia, regione con i conti in rosso da anni, si pagano 880 euro di tasse e si ricevono trasferimenti statali pari a 2.595 euro. «La spesa in conto capitale dal 2008 al 2011 si è ridotta del 26,5 per cento in Emilia Romagna, del 17 per cento in Lombardia e del 6,5 per cento in Veneto». Ma «le regole del patto di stabilità hanno finito per premiare le regioni tradizionalmente più propense a spendere, a scapito delle più virtuose. E così, a fronte di una media nazionale di 529,7 euro pro capite, la capacità di spesa delle tre regioni è la più bassa tra le 15 regioni a statuto ordinario (da 429 a 482 euro)».

LE PROPOSTE DELLA CNA. Per la confederazione nazionale dell’artigianato, il prossimo governo dovrà «riformare il patto di stabilità sulla base della golden rule europea che prevede l’obbligo del pareggio di bilancio per la parte corrente e una spesa per investimenti libera». Inoltre le manovre di finanza pubblica non dovranno essere «determinate per comparto (regioni, province, comuni), bensì per territorio sulla base di indici di virtuosità». Infine, bisogna completare «il processo di rilevazione dei costi standard sanitari (regioni) e dei fabbisogni standard (enti locali) e applicarli per suddividere le risorse tra i territori».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

4 Commenti

  1. nicola says:

    Premesso che gli sprechi statali, regionali e comunali sono da eliminare assolutamente perchè soldi degli italiani e ke la dinamicità imprenditoriale è l’unica cura per distribuire veramente la ricchezza in un paese, questi mi sembrano discorsi alla merkel..poi non capisco perkè venga presa come esempio la sicilia, ke sicuramente non è da giustificare, invece che val d’aosta e il trentino ke rispetto a quanto danno si prendono dallo stato dalle 7 alle 10 volte di quello che danno

  2. francesco taddei says:

    per valle d’aosta e sud tirolo ringraziamo de gasperi, l’antiitaliano

    • Marco says:

      Francesco, dovresti essere grato a De Gasperi se oggi non siamo un paese del terzo mondo e sei davanti al tuo computer a postare questo commento idiota.
      Complimenti alla redazione per questa bella marchettona ai vostri nuovi amici della Lega… a quando un articolo sul profondo significato religioso dei matrimoni con rito celtico?

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.

Arriva una serie speciale frutto della collaborazione con la rivista femminile Elle. Materiali e colori inediti si accompagnano a un rinforzo di tecnologia a bordo. Prezzi a partire da 13.250 euro

L'articolo Citroën C1 Elle Special Edition proviene da RED Live.

4 metri e sessantuno, tanto spazio interno, trazione integrale e un comfort degno di un’auto executive. Con queste premesse il Traveller 4x4 Dangel si presta a essere una valida alle auto? Lo abbiamo guidato una settimana per capirlo

L'articolo Prova Peugeot Traveller 4×4 Dangel proviene da RED Live.

A Mandello del Lario sono attesi migliaia di appassionati del marchio, per un lungo weekend a base di divertimento, test e grandi anteprime

L'articolo Moto Guzzi Open House, 7-9 settembre 2018 proviene da RED Live.