Google+

Lo spot natalizio dell’ospedale usa le parole “Gesù” e “Dio”. Espn non lo trasmetterà

dicembre 12, 2013 Emmanuele Michela

Secondo quanto rivelato dal presentatore Bill O’Reilly, l’emittente sportiva ha rifiutato la pubblicità del Cardinal Glennon Children’s Medical Center perché userebbe «parole problematiche»

C’è da credere che negli uffici centrali di Espn ci sia stato un po’ di imbarazzo nel sentire ieri sera il noto presentatore Bill O’Reilly rivelare un singolare retroscena di cui la rete di broadcasting sportiva si è resa protagonista negli scorsi giorni. Durante infatti l’“O’Reilly Factor”, su Fox News, il commentatore ha rivelato che uno spot del Cardinal Glennon Children’s Medical Center, un ospedale dell’area di St. Louis ad ispirazione cattolica, è stato rifiutato dall’emittente di sport.

LO SPOT. Nessun messaggio violento nello spot, che infatti verrà trasmesso dagli altri canali del Missouri. La pubblicità tradotta in italiano suona più o meno così: «Al Cardinal Glennon Children’s Medical Center festeggiamo la nascita di Gesù e la stagione dei regali portando speranza ai tanti bambini, genitori e famiglie che assistiamo». Nello spot, scorrono le immagini della “cassetta del tesoro” presente nell’atrio dell’ospedale, da cui i pazienti più piccoli, durante le festività, estraggono tutti i giorni messaggi di speranza. Per questo l’ospedale chiede ai telespettatori, attraverso la pubblicità, di spedire i propri messaggi di speranza, «per aiutarci a mostrare la presenza della guarigione di Dio anche questo Natale».

«È PROBLEMATICO». E il motivo dello stop getta ancora più imbarazzo in casa Epsn: secondo infatti quanto raccontato da O’Reilly, a non piacere alla rete sportiva sarebbe stato l’uso esplicito di alcune parole giudicate «problematiche», ossia i nomi di Gesù e Dio. Durante lo show su Fox Sport, è intervenuto anche Doug Napier dell’Alliance Defending Freedom, organizzazione no-profit cristiana, che ha chiosato con una battuta la censura dello spot: «Dire che c’è troppo Gesù un messaggio di speranza per Natale è come dire che c’è troppo sport su Espn». È stato poi lo stesso O’Reilly a giudicare la scelta della rete sportiva come «insana», a maggior ragione perché lo spot aveva come soggetto un ospedale che aiuta i bambini.

JASON COLLINS E CHRIS BROUSSARD. Da Espn nessuno però ha ancora replicato nulla, con un silenzio e una lentezza che poco hanno a che vedere con la rapidità con cui, lo scorso maggio, la rete tv si dissociò in fretta e furia dalle dichiarazioni che il commentatore di basket Chris Broussard aveva fatto. Erano i giorni dell’outing del giocatore dei Washington Wizard Jason Collins, e il giornalista, protestante convinto, durante un dibattito televisivo aveva affermato che chi è omosessuale «compie peccato secondo la Bibbia». Tempestata di critiche e richieste di dimissioni, Espn si era subito scusata, precisando di «appoggiare pienamente la diversità».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

2 Commenti

  1. malta scrive:

    «Dire che c’è troppo Gesù un messaggio di speranza per Natale è come dire che c’è troppo sport su Espn»
    bellissima

  2. beppe scrive:

    invece titoli come IL PEGGIOR NATALE DELLA MIA VITA non sono frasi problematiche. e terminare un trailer con la frase CHE NATALE DI M..DA, nemmeno. è insopportabile questa censura di espressioni che per secoli hanno rappresentato un messaggio di gioia e di speranza per tutti, specie i più poveri . sofferenti o dimenticati. che mondo di m..da

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Monovolume, SUV e crossover, ma anche multispazio, sportive, ibride ed elettriche: “l’affollamento” in abitacolo è un must e proliferano le auto a sette posti. Ecco i migliori modelli sul mercato.

L'articolo Quando cinque non bastano, le migliori auto a 7 posti proviene da RED Live.

Nel mondo delle supercar c’è grande fermento per l’imminente debutto della Aston Martin Valkyrie e della Mercedes-AMG Project One, “parenti strette” delle vetture da Formula 1. Auto che, però, vuoi per il frazionamento dei propulsori, vuoi per alcune soluzioni telaistiche, non attingono tanto profondamente quanto affermato nei proclami alla tecnologia delle monoposto. Diversamente da quanto […]

L'articolo Ferrari F50: la Formula 1 sono io proviene da RED Live.

Ha riconquistato ciò che un tempo era già suo. La Honda Civic Type R di nuova generazione è tornata al Nürburgring, riprendendosi il record per le vetture a trazione anteriore. Del resto, quello che altri chiamano “l’Inferno verde”, vale a dire la mitica Nordschleife – in tedesco l’anello nord – pista di 20,8 km entrata […]

L'articolo Honda Civic Type R MY17: Regina del Ring proviene da RED Live.

Cittadino, fuoristradista, “agonista”, pratico o “alieno”. Cinque modi d’essere automobilista. Cinque modi d’interpretare SUV e crossover. Ecco 20 modelli che soddisfano ogni gusto e desiderio.

L'articolo SUV e crossover compatte: ecco le migliori 25 proviene da RED Live.

Ebbene sì, è accaduto. Anche il Giaguaro si è spuntato le unghie ed è sceso a compromessi con il downsizing. La rinnovata sportiva F-Type, disponibile in configurazione sia Coupé sia Convertible, verrà dotata di un “piccolo” 4 cilindri 2.0 turbo da 300 cv, destinato ad affiancare i confermati V6 e V8 Supercharged. Turbina twin-scroll Pietra […]

L'articolo Jaguar F-Type 2.0T: la prima volta del 4 cilindri proviene da RED Live.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana