Google+

L’Italia bombarderà la Libia – Rassegna stampa/1

aprile 26, 2011 Redazione

Lo annuncia il premier Silvio Berlusconi dopo una telefonata con Barack Obama, a fronte delle insistenze del capo dei ribelli Mustafa Abdul Jalil. Il ministro della Difesa La Russa assicura che non ci sarà mai il rischio di colpire obiettivi civili ma l’obiettivo della missione, come scrive il Washington Post, ormai è “uccidere Gheddafi”. Oggi Berlusconi incontra Sarkozy

Dopo una lunga telefonata con il presidente Usa Barack Obama, ieri il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ha annunciato che anche l’Italia comincerà a bombardare la Libia, secondo una decisione presa dopo l’incontro a Roma con il capo dei ribelli libici, Mustafa Abdul Jalil, che avrebbe richiesto un maggiore intervento italiano.

“Berlusconi oggi incontra il presidente francese, Nicolas Sarkozy, che fin dall’inizio delle operazioni è il fautore più convinto della guerra contro il rais libico Muammar Gheddafi, e non è un caso che l’annuncio italiano sia arrivato alla vigilia del vertice italo-francese. Secondo fonti della Farnesina, il premier italiano, che aveva resistito senza problemi alla pressione Nato e del suo segretario Andres Fogh Rasmussen, non poteva più tardare sull’annuncio: se l’avesse fatto oggi sarebbe sembrata un’operazione di persuasione vittoriosa del francese Sarkozy” (Foglio, p. 1).

Il ministro della Difesa Ignazio La Russa ha sottolineato che «manderemo sempre dei Tornado ma di altro tipo, adatti a colpire bersagli al suolo con dei missili di precisione. Ma non attaccheremo mai obiettivi militari dentro le città, per evitare al massimo il rischio di colpire i civili per sbaglio».

“Ma ormai (…) appare chiaro che quella del nudo ‘mandato umanitario’ Onu è una finzione che non regge più. (…) Le critiche piovono soprattutto sul reale obiettivo della guerra (…). Nel primo discorso per spiegare l’intervento, il presidente Obama disse a chiare lettere che «allargare la missione fino a includere un regime change sarebbe un errore». Eppure, nell’editoriale a tre firmato con Nicolas Sarkozy e David Cameron, si è contraddetto una prima volta promettendo di continuare «fino a quando Gheddafi non se ne andrà»” (Foglio, p. 1).

“Ora l’uso dei droni sembra mirato a ‘uccidere il leader libico Muammar Gheddafi o qualcuno dei suoi stretti collaboratori’, scrive David Ignatius, esperto di cose militari del Washington Post. (…) Nei fatti, la Casa Bianca sta sposando la linea esplicitata sabato dal senatore repubblicano Linsday Graham. ‘Bisogna tagliare la testa del serpente. Il rais e i suoi si devono svegliare ogni giorno pensando: «Sarà l’ultimo?»” (Foglio, p. 1).

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Opel torna nel segmento delle SUV medie. E lo fa sbattendo la porta con tanta forza da far tremare i vetri. La nuova Grandland X, terzo atto della saga X dopo Mokka X e Crossland X, è una vettura concreta, spaziosa, confortevole e ben rifinita. Oltretutto forte di un design piacevole. Caratteristiche che, di per […]

L'articolo Prova Opel Grandland X proviene da RED Live.

L’ingresso di Fiat nel segmento dei Pick-up avviene grazie a una importante e strategica collaborazione con Mitsubishi di cui il Fullback è “figlio legittimo”. Stringendo una intelligente partnership con chi è stato ritenuto il miglior interprete di questa filosofia, Fiat ha infatti potuto entrare sul mercato dalla porta principale con un mezzo che, già in […]

L'articolo Prova Fiat Fullback LX 180 CV, buona la prima proviene da RED Live.

Pirelli ci riprova. Dopo il lancio degli pneumatici da bici P Zero Velo riparte dal ciclismo il progetto Pirelli Design, avviato dall’azienda per valorizzare il suo bacino di conoscenze in fatto di tecnologia. Procede dunque in questa direzione la nuova capsule collection con la collaborazione di Castelli, azienda italiana con più di quarant’anni di storia vissuta […]

L'articolo Pirelli Design e Castelli insieme per una collezione speciale proviene da RED Live.

Le due rappresentanti heritage della Casa di Iwata si tingono di nuovi colori e richiamano ancora di più il passato: sono le Yamaha XSR700 e XSR900 2018

L'articolo Yamaha XSR700 e XSR900 2018 proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. La prova della nuova gamma Softail comincia così, all’insegna di un motto indiscutibilmente americano. Oltre alle suggestioni culturali, però, c’è altro: otto modelli del tutto inediti, progettati ex novo per essere attuali oggi e soprattutto domani. Nel futuro di Harley-Davidson, infatti, ci saranno 100 nuovi modelli in 10 anni. […]

L'articolo Prova Harley-Davidson gamma Softail 2018 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana