Google+

L’Iraq chiede agli Usa il raid aereo, ma Obama tentenna

giugno 18, 2014 Chiara Rizzo

Il ministro degli Esteri iracheno ha chiesto di intervenire contro l’Isil. Il presidente Usa ha deciso invece di rispondere di no. Intanto i jihadisti sunniti si impossessano della principale raffineria di petrolio del paese

Il ministro degli Esteri iracheno Zebari ha chiesto agli Stati Uniti di compiere raid aerei contro l’esercito dell’Isil. A riferirlo è la televisione araba Al Arabya, proprio nel giorno in cui sono filtrate indiscrezioni secondo cui Barack Obama sarebbe intenzionato a non ordinare raid e pronto a spiegare la sua scelta davanti al Congresso.

LA SCELTA DI OBAMA. I motivi che frenerebbero Obama, secondo fonti ufficiali rimaste però anonime, sarebbero l’incertezza dell’efficacia dei raid nel cambiare la situazione del terreno di guerra e la difficoltà nell’individuare bersagli precisi. I miliziani dell’Isil infatti stanno mettendo in atto le classiche tattiche da “guerriglia”, muovendosi in piccole colonne a bordo di pick up armati, e possono facilmente nascondersi o cambiare tragitto e posizione. Piuttosto, sempre secondo le fonti ufficiali, la Casa Bianca vorrebbe convincere il premier iracheno al Maliki a concedere alcune riforme, che accolgano in parte le richieste dell’Isil (l’esercito dello “Stato islamico dell’Iraq e del Levante” hanno in al Maliki uno dei principali obiettivi, ritenendolo rappresentante della repressione sciita). In cambio gli Usa aumenterebbero il sostegno all’esercito iracheno, anche offrendogli un nuovo addestramento. Queste sarebbero le intenzioni di Obama dunque, da esporre al Congresso, che però potrebbe non accoglierle così favorevolmente.

GUERRA DEL PETROLIO. Intanto l’offensiva dell’Isil prosegue e oggi ha alzato il tiro, andando a colpire la principale raffineria di petrolio irachena. L’attacco all’impianto, che si trova a nord di Baghdad, è iniziato stamattina all’alba: i miliziani hanno distrutto le riserve di petrolio, prima di riuscire a penetrare all’interno dello stabilimento dove i combattimenti sono andati avanti per ore. Nelle stesse ore le forze governative irachene hanno ripreso il contro del distretto di Saqlawijah, ad eccezione della città di Falluja che resta sotto il controllo dei jihadisti sunniti. Contro questi ultimi si è fatto sentire anche il presidente iraniano Hassan Rohani, parlando da una cittadina vicina al confine iracheno: «Mettiamo in guardia le grandi potenze e i loro lacchè, gli assassini e i terroristi, che il grande popolo iraniano farà di tutto per proteggere i luoghi santi degli imam sciiti in Iraq».

 

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana