Google+

Libia, Nato bombarda per sbaglio una colonna di ribelli

giugno 20, 2011 Redazione

l’Alleanza esprime «rammarico per ogni eventuale perdita di vite umane o ferimento causati da un così malaugurato incidente» avvenuto a Brega. Intanto il ministro del Petrolio e delle finanze del Consiglio nazionale di transizione in Libia ha denunciato che le risorse sono finite, accusando l’Occidente di non mantenere le promesse fatte ai ribelli

La Nato ha ammesso che giovedì vicino al centro petrolifero di Brega, in mano alle truppe governative, aerei alleati hanno per errore bombardato una colonna delle milizie schierate con le forze di opposizione libiche: lo si afferma in un comunicato, secondo cui dagli accertamenti effettuati è emerso che «i veicoli colpiti facevano parte di una pattuglia degli oppositori» al regime. Pur ricordando che l’episodio «è avvenuto in un’area di conflitto» tra insorti e lealisti, dove dunque era possibile una certa confusione, l’Alleanza esprime «rammarico per ogni eventuale perdita di vite umane o ferimento causati da un così malaugurato incidente». Sebbene non si tratti del primo esempio di «fuoco amico» in Libia, simili casi sono finora rimasti molto limitati” (Corriere).

Intanto il ministro del Petrolio e delle finanze del Consiglio nazionale di transizione in Libia ha denunciato che le risorse sono finite, accusando l’Occidente di non mantenere le promesse fatte ai ribelli. «Noi non abbiamo contanti – ha detto Ali Tarhouni. Stiamo esaurendo ogni risorsa». «È un fallimento completo – ha continuato Ali Tarhouni. O i paesi occidentali non capiscono, o a loro semplicemente non interessa». «Non stiamo producendo petrolio per i danni. E non mi aspetto che la produzione riprenda a breve – ha spiegato. Le raffinerie non hanno greggio, quindi non lavorano». Al reporter che gli ha chiesto come in questo scenario le istituzioni dei ribelli possano sopravvivere, Tarhouni ha risposto: «C’è gente che è morta per questa rivoluzione. E ancora si muore. Troveremo un modo. Una cosa è certa: non molleremo mai»” (Corriere).

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi