Google+

Libia. Il mistero del cecchino di Sirte che dà la caccia all’Isis

febbraio 18, 2016 Redazione

Tre leader dello Stato islamico sono morti in 10 giorni in Libia a Sirte, raggiunti da un proiettile alla testa. Cecchino misterioso o propaganda jihadista?

Non è ancora chiaro se si tratti di un virtuoso del fucile di precisione, di un vendicatore solitario, di un ex membro dei servizi segreti inglesi o se sia una storiella messa in giro dallo Stato islamico per confondere le acque. L’unica cosa certa sono tre cadaveri, tre leader dell’Isis in Libia uccisi in soli dieci giorni e tre fori alla testa causati da tre proiettili partiti da molto lontano.

LE TRE VITTIME. Più passano i giorni e più si infittisce il mistero (e la confusione) sul cecchino solitario che ha preso di mira i jihadisti a Sirte, città natale di Muammar Gheddafi oggi in mano ai tagliagole. Il 14 gennaio è stato ucciso Abu Anas il sudanese, davanti a una clinica vicino al lungo mare. Il 19 è stato colpito alla testa Abu Muhammad al-Dernawi. Per il Foglio, è morto mentre passava in automobile vicino all’ingresso est della città. Il 24, infine, è stato assassinato Abdallah Hamad al Ansari, un capo libico del gruppo, ex militante di Ansar al-Sharia.

INTELLIGENCE BRITANNICA. Sembra che lo Stato islamico abbia finora dato la caccia ovunque al cecchino, invano. Dieci giorni fa, una fonte dell’intelligence britannica ha dichiarato al Daily Star che solo un cecchino di un reparto d’élite dell’esercito potrebbe agire in questo modo e che in alcune intercettazioni telefoniche è stato rilevata la presenza di un uomo che parla con accento inglese e lavora per un gruppo anti-Isis in Libia. Spiega la fonte: «Alcuni indizi ci dicono che l’uomo è stato addestrato dall’esercito britannico. È molto probabile che sia un ex membro delle forze speciali. Se non l’hanno ancora catturato è perché sceglie molto attentamente le sue postazioni. Spara da molto lontano e si assicura di avere una via di fuga. Solo un cecchino esperto può agire così».

È UNA MONTATURA? C’è anche però chi ha espresso seri dubbi sull’attendibilità di queste informazioni. Secondo la televisione Libya Al Hurra, emittente che trasmette dal Qatar e fondata a Benghasi, la notizia è stata diffusa in origine dai social media vicini all’Isis. «Il mito del cecchino di Sirte», dunque, «potrebbe essere una montatura per nascondere il vero motivo della morte di al Ansari». Il mistero si infittisce.

Foto Ansa


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. Menelik says:

    Va be’…..tre papocchi daesh sono schiattati con un buco in testa….buone notizie.
    Speriamo che a quei tre si aggiungano molti di più.
    Viva la morte loro, dovremmo festeggiare !!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Rifatta da cima a fondo la crossover Subaru ha aumentato le sue capacità off road, migliorando al contempo il comportamento su strada. Più efficace e comoda migliora anche nella qualità percepita degli interni. Solo benzina per i motori Boxer che continuano ad avere un po’ di sete.

L'articolo Prova Subaru XV 2018 proviene da RED Live.

Prodotta in soli 150 esemplari, l'iconica fuoristrada inglese si può ordinare ad un prezzo di partenza di circa 170.000 euro

L'articolo Land Rover Defender Works V8: 405 cv per festeggiare i 70 anni proviene da RED Live.

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi