Google+

Lettera di Cl a Repubblica. “La versione politica di Cl. È falso”

gennaio 16, 2013 Redazione

Oggi su Repubblica, appare una lettera di Alberto Savorana, ufficio stampa di Cl. La lettere è stata intitolata così dal quotidiano: “È il singolo, non Cl a fare politica”

Oggi su Repubblica, appare una lettera di Alberto Savorana, ufficio stampa di Cl. La lettere è stata intitolata così dal quotidiano: “È il singolo, non Cl a fare politica”. Di seguito riproduciamo il testo. 

L’articolo di lunedì chiama in causa Comunione e Liberazione con affermazioni quali: “Il movimento benedice l’alleanza tra Lega e Pdl, “Cl si consegna al nemico Maroni”, “La versione politica di Cl”. È falso. Ribadiamo che l’unità del movimento non è una omologazione politica, tanto meno si identifica con uno schieramento partitico, ma è legata all’esperienza originale di Cl: un aiuto a vivere e a testimoniare la fede come pertinente alle esigenze della vita. L’impegno politico in senso stretto riguarda la persona e non Cl in quanto tale.
Alberto Savorana, ufficio stampa di Cl

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

6 Commenti

  1. Enrico says:

    Chissà perchè questa “casuale” confusione di ruoli viene fatta solo per CL e Opus Dei e non per le altre associazioni o movimenti cattolici. Mah!!!

  2. Gabriele says:

    Semplice, semplice caro Enrico: perchè CL per anni ha irriso e diffamato (questa è la parola giusta, proprio così, ricordi il processo canonico ai giornalisti del Sabato che attaccarono Giuseppe Lazzati?) le altre associazioni cattoliche che parlavano di “distinzione” tra politica e fede.
    Adesso la distinzione la volete voi? Non siete per nulla credibili. Mi spiace.

    • viccrep says:

      cl non ha mai irriso o diffamato alcuno, CL sosteneva che la fede va testimoniata anche in politica, ma la testimonianza è della persona in quanto tale, questo ha sempre sostenuto il movimento tra l’altro è in linea con quanto sostiene il magistero quando parla di valori non negoziabili, come criterio irrinunciabile a scelte di appartenenza politica.
      Altri movimenti sostenevano che la fede era un aspetto personale e non doveva influenzare la politica, la fede andava chiusa in sacristia.
      Così molti cristiani sono stati in politica con partiti che sono contro i valori non negoziabili. Quindi se conosce poco la storia di CL e di altri movimenti sig. Gabriele si informi correttamente ed eviti di sputare sentenze anche diffamatorie. Chieda alla Azione cattolica, alle acli al movimento cristiano lavoratori scout erano sostenitori della fede in sacristia, molti oggi si definiscono cristiani adulti e politicamente scelgono partiti che i valori non negoziabili li combattono anche aspramente.

  3. Gabriele says:

    Ahimè la storia non si cancella. Di diffamazione sentenzia il tribunale ecclesiastico della curia di Milano in ordine all’inchiesta “13 anni della nostra storia” pubblicata dal settimanale IL SABATO e condanna i tre giornalisti autori dei pezzi: Socci, Fontolan e Farina. Hai presente questi 3 tromboni? Proprio loro.

  4. Il pirata says:

    Per Gabriele. Chi ha condannato i tre giornalisti?

  5. Gabriele says:

    Furono condannati dal tribunale ecclesiastico della curia di Milano che per la prima volta nella storia smise per un momento di occuparsi degli annullamenti di matrimonio.
    Il Sabato fu costretto ad ospitare un’altra ricostruzione a cura di uno storico dell’Università cattolica.
    Tengo a precisare che si tratta solo di un episodio, ma significativo ed emblematico della spocchia con cui CL ha guardato per anni tutti gli altri cattolici dall’alto in basso. La sento ancora nelle parole di Viccrep (rileggetele sopra). Il vangelo dice: dai loro frutti li riconoscerete…

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.