Google+

Letta: «Chiederò a Napolitano che si voti la fiducia dopo primarie Pd»

novembre 29, 2013 Chiara Rizzo

Dopo l’incontro con la delegazione di Fi, il Quirinale ha spiegato che ci sarà un nuovo voto di fiducia al Parlamento. La risposta del Premier che lunedì incontrerà Napolitano

La maggioranza che sostiene Enrico Letta, chiaramente, non esiste più: dopo l’uscita di Forza Italia il Quirinale – secondo quanto riferito dall’ufficio stampa presidenziale – ha esplicitato alla delegazione parlamentare di Forza Italia incontrata stamattina che ci sarà un passaggio parlamentare, per segnare una discontinuità tra il governo delle “larghe intese”, e quello che adesso viene già rinominato “della legge di Stabilità”.

FI: «VENUTE MENO CONDIZIONI FIDUCIA». L’incontro è durato un’ora e mezza e la delegazione di Forza Italia ha poi fatto sapere con un comunicato stampa che “ha manifestato al presidente della Repubblica la necessità di un’apertura formale della crisi di governo, con le dimissioni del presidente del Consiglio, Enrico Letta, nelle mani del Capo dello Stato, per affrontare in Parlamento la nuova situazione che scaturisce dalla fine del governo delle larghe intese”. I rappresentanti di Fi hanno detto a Napolitano che “La piattaforma politico programmatica che era alla base della costituzione del governo di larghe intese – come si legge ancora nel comunicato stampa- aveva la stessa maggioranza con cui si era avviato in Parlamento il percorso delle riforme istituzionali. Un processo di discontinuità che coinvolge l’esistenza del governo non può non avere lo stesso tipo di influenza per quanto riguarda l’iter delle riforme. Il contesto che si è realizzato non può essere archiviato con la fiducia ottenuta al Senato dal governo sulla legge di stabilità. Un voto su un singolo provvedimento, seppur importante, non può bastare a decretare la fine di una grande coalizione e la nascita di qualcosa che con quel progetto politico non ha nulla a che vedere”.

I SOTTOSEGRETARI AL LORO POSTO. C’è però da dire che l’apertura di una nuova era del Governo Letta da parte di Forza Italia di fatto non è stata accompagnata da mosse concrete per indicare questa rupture. Tant’è che la pattuglia di sottosegretari di Fi sono tutti rimasti al loro incarico né, a quanto è noto, hanno presentato dimissioni. Si tratta del viceministro agli Esteri Bruno Archi; i sottosegretari al Lavoro, Jole Santelli, alle Infrastrutture Rocco Girlanda, alla Pubblica amministrazione, Gianfranco Miccichè (di Grande Sud, ma “falco” berlusconiano), agli Affari regionali, Walter Ferrazza (Mir)e Cosimo Ferri, sottosegretario alla Giustizia (tecnico: magistrato ed ex segretario di Magistratura indipendente la corrente di centrodestra delle toghe).

LETTA:«DOPO LE PRIMARIE». Da Vilnius ha parlato in conferenza stampa Enrico Letta che, ad una domanda dei giornalisti su cosa intenda fare dopo la riunione di stamattina tra Fi e Napolitano, ha risposto: «Per la fiducia valuteremo insieme al capo dello Stato il percorso che sono certo consentirà un chiarimento tra le forze politiche, dove ognuno si assumerà le responsabilità. Proporrò al capo dello Stato di andare in Parlamento. Ritengo di aspettare le primarie del Pd l’8 dicembre, poi subito dopo andare in Parlamento a chiedere il voto di fiducia». Letta ha fatto capire che l’incontro con il presidente avverrà lunedì, al suo ritorno dall’est Europa.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

L’abito non fa il monaco. Mai affermazione fu più vera, specie nel caso della concept Infiniti Prototype 9, presentata in occasione del Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, e forte di una linea ispirata alle monoposto degli Anni ’30 e ’40. L’aspetto, come accennato, non deve però trarre in inganno: il “cuore” è decisamente […]

L'articolo Infiniti Prototype 9: sotto mentite spoglie proviene da RED Live.

Il Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, rappresenta da sempre un evento speciale per la BMW. La Casa di Monaco è infatti solita stupire presentando delle concept che anticipano modelli pressoché pronti a entrare in produzione. Quest’anno tocca a una delle roadster più affascinanti mai realizzate, oltre che una delle vetture più “anziane” della […]

L'articolo BMW Z4 Concept: una linea da urlo proviene da RED Live.

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana