Google+

Le sentinelle del caffè, gli operai calabresi che lavorano 24 ore (anche contro le ‘ndrine)

ottobre 9, 2012 Chiara Rizzo

In provincia di Cosenza la Guglielmo Caffè ha subìto un attentato delle ‘ndrine. Da allora i 16 operai si sono offerti di lavorare giorno e notte per non interrompere la produzione e prestare vigilanza.

Dopo che la notte del 30 agosto scorso due camion dell’azienda Guglielmo Caffé di Copanello (Cosenza) presero fuoco, Daniele Rossi, contitolare della Torrefazione lo disse subito: «Ritengo che quanto è accaduto non può darci che ulteriore forza per continuare il nostro percorso lavorativo, cominciato 70 anni fa». Su quell’incendio sono subito state aperte indagini, perché di natura dolosa, e perché l’ipotesi è stata fin da subito quella di un attentato intimidatorio delle ‘ndrine. Ma nessuno poteva immaginare quello che è accaduto dopo. L’attentato aveva provocato perdite di alcune migliaia di euro alla fabbrica, dato che i due mezzi erano risultati inutilizzabili, e i trasporti erano stati bloccati. Un fatto che in un momento di crisi economica rischiava di diventare ancora più pesante, per la torrefazione che produce 3 mila tonnellate annue di caffé.

LE SENTINELLE. Il giorno dopo l’incendio, i 16 operai della Guglielmo hanno preso una decisione. Da allora lavorano ogni giorno per 24 ore, suddivisi in turni. Oltre ai turni regolari dalle 14 alle 7 del mattino successivo, in gruppi di sei o otto persone coprono anche la fascia oraria mattutina: questo sia per incrementare la produzione e recuperare la perdita, sia per mantenere la vigilanza sull’azienda. Un occhio alla catena di montaggio e uno alla telesorveglianza rafforzata dopo l’incendio con nuove telecamere. Sono stati gli stessi operai, anche attraverso i sindacati, a spiegare il perché si siano trasformati in “sentinelle del caffè”. Una sfida non solo per dimostrare che la Calabria è diversa dalla ‘ndrangheta, ma anche per testimoniare la passione per un lavoro, in un’azienda dalla dimensione familiare che ha sempre valorizzato le proprie risorse umane.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana