Google+

Le persone in sovrappeso hanno palestre tutte per loro. Allora meglio chiamarle ghetti

gennaio 10, 2013 Elisabetta Longo

Per non ghettizzare le persone in sovrappeso negli Stati Uniti sono state create palestre riservate a chi deve perdere peso, tanto peso. Sembra un controsenso, eppure il fondatore Francis Wiesniewski parte dalla sua esperienza personale di ex grasso che, durante il percorso di fitness mirato al dimagrimento, si trovava a disagio in mezzo ai magri. […]

Per non ghettizzare le persone in sovrappeso negli Stati Uniti sono state create palestre riservate a chi deve perdere peso, tanto peso. Sembra un controsenso, eppure il fondatore Francis Wiesniewski parte dalla sua esperienza personale di ex grasso che, durante il percorso di fitness mirato al dimagrimento, si trovava a disagio in mezzo ai magri. In palestra tutti si mostrano, l’ambiente è pieno di specchi e secondo Francis per un grasso fare esercizio fisico contornato da esseri muscolosi può essere controproducente. «Qui accettiamo solo persone con seri problemi di peso. Quando ritroveranno la forma perduta non verranno mandati via, anzi serviranno da buon esempio per gli altri». E vai di controsenso.

CYCLETTE SU MISURA. Questa stessa idea è stata realizzata da una catena canadese, la Body Exchange, che ha attrezzi, tapis roulant e cyclette a misura di obeso, più ampie e più adatte a sopportare un peso importante. Così come avviene in Square one fitness club, i centri fondati da un ex concorrente di un docureality dedicato alla perdita di peso, The biggest Loser, un gioco in cui ogni partecipante mira a perdere la percentuale di peso più alta rispetto agli altri (trasmesso in Italia da Cielo e Sky Uno). A New York invece è stato aperto un centro yoga “per tutti i tipi di corpo”, il Buddha body yoga. Perché se pensavate che quelle posture a testa in giù o su una gamba sola, tipiche delle discipline orientali, fossero adatte solo a corpi affusolati, vi sbagliavate di grosso.

 

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana