Google+

Le intenzioni della vita

settembre 22, 1999 Tempi

Taz&bao

Raccogliendo l’appello della Santa Sede, chiediamo al presidente della Repubblica e al presidente del Consiglio di fare tutto il possibile affinché l’Onu adotti, prima che sia troppo tardi, una risoluzione in favore della creazione di una forza internazionale di pace, che fermi il genocidio operato dalle bande armate musulmane di Timor Est, che prendono di mira soprattutto la comunità cattolica dell’isola.

Lo scrittore Noam Chomsky ha scritto che, coi suoi 200.000 morti ammazzati, la vicenda di Timor Est conta un numero di vittime che “in proporzione al numero degli abitanti è il più alto dall’Olocausto”. E si è domandato se gli abitanti di Timor Est sono “vittime senza valore”.

A Timor Est l’80% della popolazione si è pronunciato a favore dell’indipendenza del territorio.

La comunità internazionale, d’intesa col governo indonesiano, si è impegnata affinché si svolgesse il referendum e si è adoperata perché il risultato della consultazione fosse rispettato.

Per questo è intollerabile quanto sta accadendo in questi giorni.

L’Occidente non può rimanere indifferente. Soprattutto l’America non può stare a guardare il compiersi di una terribile ingiustizia, dichiarando ipocritamente di non poter fare il “gendarme” del mondo. Comunque, la comunità internazionale – a cominciare dalle nazioni più potenti che, come abbiamo visto, fanno i gendarmi quando lo vogliono – ha il dovere di svolgere un forte ruolo pacificatore utilizzando tutti gli strumenti della diplomazia.

In particolare si tenga presente che i cattolici sono oggi, nel mondo, una delle realtà
più perseguitate: Timor l’abbiamo sotto gli occhi, il Pakistan ha già offerto tragiche testimonianze, del Sudan meglio non parlare.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Delle monoposto a emissioni zero (245 cv in configurazione gara, per 225 km/h di velocità massima) che si sono sfidate il sabato 14 aprile lungo un tracciato cittadino di circa 2,8 km ricavato nel quartiere Eur, non si è parlato più di tanto, ancorché all’incontro capitolino del venerdì precedente abbia partecipato anche il Direttore del […]

L'articolo Renault: elettriche avanti tutta proviene da RED Live.

La Swift Sport punta a farsi largo tra le hot hatch puntando su un invidiabile bilanciamento tra telaio e meccanica. Anche il rapporto prezzo/dotazione è vincente

L'articolo Prova Suzuki Swift Sport <br> fame di curve proviene da RED Live.

Moto dotate di radar? Presto saranno realtà. Ducati ha in cantiere un ambizioso programma chiamato “Safety Road Map 2025” che prevede lo sviluppo di molti progetti a tema sicurezza, uno dei quali si chiama Ducati ARAS. Primi arrivi nel 2020

L'articolo Ducati ARAS, presto le moto con il radar proviene da RED Live.

Voglia di avventura, di scoprire nuove strade (bianche) in località toscane ricche di fascino. Senza fretta. La prima di tre tappe andrà in scena a Buonconvento il 29 aprile, in occasione della Nova Eroica

L'articolo Gravel Road Series, da aprile a ottobre. Info e iscrizioni proviene da RED Live.

Mini elettrizza la sua Countryman e si getta nel panorama delle ibride plug-in in modo speciale e a tratti unico. Pensate che le auto Ibride non siano ancora mature o non facciano per voi? Leggete la nostra prova su strada, ma siete avvisati: il rischio di ricredersi qui è alto

L'articolo Prova MINI Cooper S E Countryman ALL4 proviene da RED Live.