Google+

Le ingiuste esultanze per i dolori di Eataly

agosto 5, 2017 Tommaso Farina

I conti in rosso della catena di Farinetti e maramaldeggiamenti immeritati degli intolleranti al renzismo

eataly

Articolo tratto dal numero di Tempi in edicola (vai alla pagina degli abbonamenti) – La notizia ha fatto rumore: Eataly, la catena di grandi negozi gourmet ideata da Oscar Farinetti di concerto con Slow Food, ha i conti in rosso. Le perdite? Circa 11 milioni di euro, per i supermercati del lusso gastronomico. È stato facile, per i molti antipatizzanti, maramaldeggiare. Farinetti, l’imprenditore piemontese che lanciò l’avveniristico progetto ormai una decina di anni fa, sta antipatico a molti. Sta antipatico per la simpatica guasconeria, lo stile accattivantemente smargiasso e senza freni con cui ama porsi al pubblico. In tv era diventato ospite fisso, inconfondibile coi ricchi mustacchi e con l’inseparabile maglione a girocollo. È ormai presenza consolidata nei talk show, in cui veniva (e viene) invitato a parlare dell’intero scibile umano, oltre a essere identificato, a torto o a ragione, come uomo d’azione dell’epopea di Matteo Renzi.

Oggi l’uomo forte di Rignano non se la passa benissimo nei sondaggi, è precipitato nel gradimento. E gli antipatizzanti di Renzi hanno finito per sfogarsi anche sulle figure bene o male a lui accostate. Tra le accuse più frequenti rivolte a Eataly, ci sono quelle di sfruttamento dei lavoratori, nonché voci – poco confermate per la verità – dovute al rapporto della casa madre coi produttori-fornitori. E alcuni si spingono a dire che le cose vendute a Eataly si trovano anche nei migliori supermercati a prezzi più bassi. Vero a metà: semmai è Eataly che da tempo si è aperta a prodotti più comuni, ma nei normali super è difficile trovare moltissimi dei prodotti di alta qualità che si trovano invece nei punti vendita di Farinetti.

Non si faccia l’errore, dunque, di legare l’impresa al fondatore in un tutt’uno caratteriale. I modi di Farinetti, che qualcuno identifica con la ruffianeria, possono non piacere. Ma è innegabile come Eataly abbia costituito uno dei primi tentativi di rendere più accessibile un certo tipo di qualità.

Foto Ansa

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Potenza esagerata, guidabilità di alto livello e un motore capace di stupire per gestibilità ed erogazione. La Panigale V4 apre una nuova era in casa Ducati e lo fa non solo per le prestazioni ma anche per come le “serve” al pilota. Non è solo l’ultima supersportiva Ducati è un cambio di filosofia, che potrebbe piacere a molti

L'articolo Prova Ducati Panigale V4 S proviene da RED Live.

Rifatta da cima a fondo la crossover Subaru ha aumentato le sue capacità off road, migliorando al contempo il comportamento su strada. Più efficace e comoda migliora anche nella qualità percepita degli interni. Solo benzina per i motori Boxer che continuano ad avere un po’ di sete.

L'articolo Prova Subaru XV 2018 proviene da RED Live.

Prodotta in soli 150 esemplari, l'iconica fuoristrada inglese si può ordinare ad un prezzo di partenza di circa 170.000 euro

L'articolo Land Rover Defender Works V8: 405 cv per festeggiare i 70 anni proviene da RED Live.

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi