Google+

Le fan dei Take That fanno impallidire il pubblico dei Metallica

gennaio 23, 2013 Elisabetta Longo

Lo scorso anno la boy band si è esibita per otto serate consecutive al Manchester Stadium. Ad attenderla una folla inferocita che ha fatto i conti con malori, incidenti e ricoveri. Un vero bollettino di guerra

I Take That, simbolo della musica pop anni Novanta, sono stati gli idoli di milioni di ragazzini in tutto il mondo. Le adolescenti del 1990, anno in cui la boyband si è formata, oggi sono trentenni assennate, almeno in teoria. Perché in pratica, stando alle statistiche raccolte nel corso dei concerti dei Take That dello scorso anno, sono tranquille tanto quanto il pubblico di un concerto death metal.

INFERNALI. Nel 2012, per otto sere consecutive, i Take That hanno suonato al Manchester Stadium e gli incidenti registrati in quei giorni fanno impallidire certe finali di campionato di calcio. I dati ufficiali degli infortunati sono stati resi noti dai paramedici che hanno prestato assistenza ai fan sciamannati del gruppo: cento di loro hanno avuto bisogno di un ricovero, causato dal mix di alcol e calore delle notti estive inglesi, e in totale le persone assistite sono state 792. Casi simili si erano registrati nell’estate del 2011, sempre in occasione di alcuni concerti dei Take That, quando più di un centinaio di ragazze erano state ricoverate. Il giorno precedente al concerto, poi, si erano registrati circa una settantina di incidenti, alcuni avevano richiesto l’intervento della polizia e trenta persone erano finite in arresto.

ALCOL. Le serate da 500 mila fan, tutte sold out, che hanno messo a dura prova il personale di primo soccorso e gli steward del Manchester Stadium. Alcuni hanno raccontato di non avere mai visto scene del genere, con toilette pubbliche invase da donne rovinate dall’alcol e in stato di semi incoscienza. Visti i precedenti del 2011, la polizia aveva chiesto ai locali intorno allo stadio di non vendere alcolici, invito evidentemente caduto nel vuoto.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

Si chiama Nolan N90-2 ed è l’apribile entry level di Nolan. Adatto sia all’utilizzo in città sia per un lungo viaggio, costa 269,99 euro

L'articolo Nolan N90-2, apribile entry level proviene da RED Live.

I fiori mai sbocciati dell’automobilismo mondiale No, loro non ce l’hanno fatta. Non sono riuscite ad arrivare in produzione, perse nei meandri delle logiche commerciali, del marketing, degli eventi globali o, semplicemente, dell’indecisione dei costruttori. Sono quelle centinaia di concept car – o prototipi che dir si voglia – realizzati in piccolissimi numeri, quando non […]

L'articolo Le auto che non sono mai nate proviene da RED Live.

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana