Google+

Le D’Alema intenzioni

agosto 25, 1999 Tempi

Anche sulla riforma della previdenza il capo di governo ha idee e consiglieri eccellenti.
Peccato che non riesca quasi mai a trasformare un arguto pensiero in concreta azione riformatrice

Tra i più recenti prodotti editoriali in materia di riforma del Welfare e del sistema previdenziale spicca un volumetto dal titolo ammiccante: “Meno ai padri, più ai figli”. L’autore del libello è Nicola Rossi, professore di Economia politica all’Università Tor Vergata di Roma e consigliere economico di Massimo D’Alema. Sfogliando le pagine, colpiscono alcune affermazioni forti del tipo: “è urgente una riforma del Welfare tradizionale. Ma non solo: anche una forte redistribuzione delle opportunità e del reddito a favore delle nuove generazioni, un ricambio generazionale profondo, un ampliamento della base proprietaria delle piccole e medie imprese”; “si deve passare a uno stato sociale basato sui servizi, caratterizzato dal decentramento, non una rete burocratica in cui rimanere impigliati, ma una istituzione intelligente capace di seguire e non solo di assistere”; “in Italia l’indice di vecchiaia potrebbe oltrepassare il 130% nel 2010. Di fronte a queste tendenze è essenziale ridefinire fin d’ora strumenti e obiettivi della politica sociale per evitare che si possano distogliere risorse dall’istruzione e dalla formazione per finanziare altri capitoli di spesa”; “i gruppi più conservatori e garantiti si servono del sistema esistente per conservare e migliorare le proprie posizioni ai danni dell’intera collettività”; “nell’Italia del 1997 il mercato del lavoro eleva a sistema la protezione di chi il posto di lavoro l’ha già raggiunto” e ancora: “risalta [nella riforma Dini] la lenta fase di transizione con la quale si sono addebitati alle generazioni più giovani i costi del cambio di regime”. L’ispiratore del pensiero riformista del presidente del Consiglio definisce il modello presentato nelle pagine dell’agile volumetto – a uso e consumo della sinistra illuminata – l’utopia praticabile. Peccato che le utopie siano sì praticabili, ma solo nel pensiero. Come dimostra la storia e confermano due anni di oppressione fiscale, ricatti sindacali, assistenzialismo e riforme mancate (ultime: sanità e scuola).

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Banco alimentare

Tempi Motori – a cura di Red Live

La SUV francese monta un nuovo turbo a benzina, capace di 300 Nm a 1.900 giri e di un consumo medio dichiarato di 5,9 l/100 km. Perfetto per i mercati di tutto il mondo

L'articolo DS 7 Crossback Puretech, 225 cv per il benzina top di gamma proviene da RED Live.

Molti avrebbero voluto vedere una Foxy con ruote da 29″, così da renderla più versatile ed esasperarne la capacità di tritare tutto ciò che le passa sotto, sia in salita sia in discesa. Detto, fatto. La Foxy Carbon 29 è arrivata, ma sbaglia che pensa che ci sia stato solo un banale cambio ruote perché […]

L'articolo Mondraker Foxy Carbon 29 m.y. 2018 proviene da RED Live.

   LIVE    Della più recente generazione di MINI Countryman abbiamo parlato con la prova della Cooper SD e della Cooper S E. Ora è il momento di guidare la MINI Countryman Cooper S, una versione indubbiamente ricca di fascino, che monta il quattro cilindri in linea di 2 litri, accreditato di 192 cv di potenza e […]

L'articolo Prova MINI Countryman Cooper S proviene da RED Live.

La gamma Renault si rinnova e si semplifica; meno allestimenti ma più ricchi e tecnologici.

L'articolo Renault Megane, arrivano tre nuovi allestimenti proviene da RED Live.

Esemplare unico, s'ispira non solo alla leggendaria F40 ma anche all'iconica 308 GTB. Ha già girato con il suo nuovo proprietario a Fiorano ma il debutto ufficiale in società è previsto a Villa d'Este

L'articolo Ferrari SP38, la one-off su base 488 GTB proviene da RED Live.