Google+

Le capriole del Pd di Bersani per barattare il No alla Tav in cambio del sostegno M5S

marzo 9, 2013 Marco Margrita

Nel partito si scontrano le fazioni contro e pro la Tav (merce di scambio per l’accordo con Grillo). Ma Bersani aveva firmato la prefazione del libro “Tav Sì”

L’appello per un supplemento di riflessione sulla Torino-Lione, di cui anche tempi.it ha parlato, risale a più di un anno fa. A chiarirlo è don Luigi Ciotti che, pur riaffermandone le buone ragioni, definisce “grave, scorretto e strumentale il comportamento di chi ha diffuso il documento come attuale”. Il riferimento, anche se non esplicito, è al sindaco di Bari Michele Emiliano. Proprio l’ex-magistrato lo aveva, infatti, utilizzato a supporto della sua linea Tavscettica, funzionale all’aggancio del sostegno Movimento 5 Stelle ad un Governo Bersani. Un’operazione, il rilancio dell’appello, che certifica l’empasse del Partito Democratico.

La volontà di usare come ariete l’abbandono della Torino-Lione , per favorire l’assenso dei grillini alla prospettiva governista, vede concordi Laura Puppato e Pippo Civati. Radicalmente contrari gli esponenti subalpini del partito. In prima fila Stefano Esposito, che in favore della buone ragioni della nuova linea ha scritto pure un libro (Tav Sì) con prefazione entusiasta di quel Pier Luigi Bersani che oggi cerca l’accordo con Grillo. Quello stesso Bersani che, alle amministrative dello scorso anno, affidava alla rete l’endorsement per la lista “Grande Avigliana”, sostenuta anche da Pdl e centristi, proprio contro la convergenza tra la sinistra, i No Tav ed il Movimento 5 Stelle. Fluidità della politica, a meno di un anno di distanza, il Presidente della Comunità Montana Sandro Plano, uno degli obiettivi polemici della lista plaudita da Bersani, indica come modello per il Segretario “l’alleanza tra Pd e movimento No Tav che governa l’Ente”.

Se Parigi val bene una Messa, il governo vale l’abbandono del treno veloce per Lione?

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

3 Commenti

  1. francesco taddei says:

    si magari la tav ha tutti i difetti del mondo (anche quello che se non si fa l’italia resta con le mulattiere).
    vi siete già scordati delle bande armate che distruggono? vi sono capipartito (vendola) che li appoggiano apertamente. ma che diritto hanno di fare violenza? prima facciamo smettere le sassaiole e arrestiamo chi le esegue, poi ragioniamo sui costi/benefici.

    • emagio says:

      il problema non èquello che dicono e fanno i no TAV
      il problema che ci sarà più gente che va e viene per me vanno eliminati anche i treni dei pendolari
      nonche autobus macchine e asini

    • emagio says:

      e ovvio che cosi restano a casa blackblock e no-global vari. ognuno a casa sua

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

Seppur presentato nel 2016, il sistema di trazione integrale della Focus RS è tutt’oggi una soluzione ingegneristica avanzata ed è raro trovarne una descrizione chiara e completa. Siete sicuri di avere capito come funziona? Leggete per scoprirlo!

L'articolo Magia elettronica! La trazione integrale della Ford Focus RS proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download